bambini risparmio

Un nuovo piccolo è in arrivo in famiglia. Non ci può essere gioia più grande, ma se le finanze non sono rosee, diventa indispensabile risparmiare. Non si tratta di un'impresa impossibile. È sufficiente limitarsi allo stretto indispensabile e recuperare la maggior parte del necessario grazie alla collaborazione di amici e parenti, che vi aiuteranno con abitini e oggetti di seconda mano e grazie a qualche regalo.

Scoprite alcune delle spese che, con un po' di buon senso e di organizzazione, sarà possibile evitare.

1) Contenitori per pannolini

È possibile trovare in vendita dei contenitori appositi in cui gettare i pannolini tradizionali per evitare i cattivi odori. Il loro acquisto, però, non è strettamente indispensabile. È possibile infatti utilizzare un normale bidone della spazzatura da posizionare fuori casa, se davvero si temono gli odori sgradevoli, e da lavare e disinfettare di tanto in tanto. Il problema dei cattivi odori e dell'accumulo dei rifiuti è risolvibile grazie ai pannolini lavabili.

2) Scalda-salviette

Gli apparecchi scalda-salviette e scalda-asciugamani non sono necessari per prendersi cura del proprio piccolo. Se si teme che le salviettine per la pulizia - che di solito sono, purtroppo, usa-e-getta - o gli asciugamani siano troppo freddi e che possano causare fastidi a contatto con la pelle, è possibile riscaldarli brevemente sul termosifone in inverno o posizionandoli al sole in estate.

3) Fasciatoio

Non è obbligatorio acquistare un mobiletto apposito su cui cambiare il pannolino al proprio bambino. Potreste ricevere in dono un fasciatolo di seconda mano, oppure decidere di arrangiarvi diversamente. Una delle soluzioni più comode consiste nello stendere un telo impermeabile o una tovaglia cerata sul letto o sul divano.

4) Detersivi per il bucato

È sufficiente guardare tra gli scaffali dei supermercati e dei negozi di articoli per bambini per rendersi conto dell'ampia offerta di detersivi e detergenti per il bucato pubblicizzati come adatti al lavaggio degli abitini dei più piccoli. In realtà è sufficiente utilizzare del sapone naturale o un detersivo ecologico per il bucato e bicarbonato o percarbonato di sodio per smacchiare e ravvivare i capi bianchi.

5) Culla

Culle e lettini per bambini possono essere ricevuti in regalo o in prestito da parenti o conoscenti. Ciò permette di evitare il loro acquisto. Come avveniva in passato, è tuttora possibile sostituire le comuni e costose culle con delle ceste di vimini o creare dei lettini realizzati con materiali di recupero. Un'alternativa interessante che è possibile creare con il fai-da-te è il lettino montessoriano.

6) Giocattoli

Giocattoli, dvd dei cartoni animati, animali di peluche, libri per bambini. Si tratta di un insieme di oggetti che spesso si ricevono in regalo da amici e parenti al momento della nascita o nei mesi successivi. Avendo una simile fortuna, non sarà necessario acquistarli. Sarà inoltre possibile riutilizzare i giocattoli dei fratellini e quanto conservato dalla propria infanzia. Per non parlare del piacere di creare da sé dei giocattoli in stoffa o legno.

7) Lenzuola

L'acquisto della culla è normalmente accompagnato da quello dei lenzuolini per il bambino. Se però avete da parte delle lenzuola che non utilizzate più o della stoffa adatta, potrete pensare di confezionare da voi alcune lenzuola, in modo da evitare una spesa e così da recuperare dei materiali già in vostro possesso.

8) Scarpe

Le scarpine per bambini sono molto carine e la tentazione di acquistarle già alla nascita può essere forte. Ricordate però che potreste riceverne presto un paio in regalo. Inoltre, non dimenticate che difficilmente i bambini hanno un reale bisogno di indossare scarpe prima di iniziare davvero a camminare. Quindi via libera alle calze, anche antiscivolo, se può servire.

9) Vestitini di marca

Acquistare dei vestitini nuovi per il proprio piccolo è sicuramente piacevole, ma esistono molti modi per risparmiare. Innanzitutto, evitare l'acquisto di abitini di marca. Potrete trovare vestiti per neonati e bambini di buona fattura presso i mercatini dell'usato e i negozi specializzati. Saranno perfetti anche gli abiti di seconda mano dei fratellini o dei figli degli amici ormai grandi. Tenete conto, infine, per regolarvi negli acquisti, che i vestitini sono tra i regali più comuni e che i bimbi crescono in fretta.

LEGGI anche: Riciclo abiti: i negozi dell'usato per bambini

10) Una casa più grande

La necessità di trasferirsi in una casa più grande in vista della nascita di un nuovo bambino è il più delle volte un luogo comune. I bimbi non occupano molto spazio, soprattutto quando sono piccoli. Durante l'infanzia si può anche ovviare all'assenza di una cameretta, se la casa è davvero piccola e non vi sono alternative. In generale, la nascita di un bimbo è l'occasione perfetta per eliminare il superfluo e riuscire così ad ottenere lo spazio necessario per il nuovo arrivato.

Marta Albè

Fonte foto: apartamenttherapy.com

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram