Olimpiadi 2016: il virus Zika minaccia Rio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Olimpiadi in Brasile e virus Zika. Già, non ci avevate pensato? Le competizioni olimpiche si avranno proprio qui, in uno dei 58 Paesi maggiormente colpiti dal virus e a causa del quale sarebbero aumentate le nascite di bambini con una grave malformazione cranica detta microcefalia.

Il virus Zika, dunque, preoccupa non poco e non è un caso che le autorità brasiliane abbiano deciso di distribuire agli atleti selezionati per i Giochi olimpici e paraolimpici di Rio de Janeiro un preservativo innovativo, rivestito con un particolare gel che dovrebbe essere antivirale, proprio per ridurre il rischio di contaminazione da virus Zika. Mentre, infatti, rimangono le zanzare i principali vettori dell’infezione, una persona infetta dal virus Zika può anche trasmettere il virus ad un’altra persona attraverso il sesso non protetto.

I distributori dei preservativi verranno installati nel villaggio olimpico e si tratta di condom del marchio “Dual Protect”, sviluppato dalle australiane Starpharma e Ansell, rivestiti con un lubrificante che contiene un gel, VivaGel, che, secondo i produttori, è “agente antivirale in grado di disattivare virus a trasmissione sessuale virus come HIV, l’herpes o papilloma virus umano (HPV)”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha inoltre raccomandato alle donne incinte di non partecipare ai Giochi Olimpici e Paralimpici in Brasile e agli atleti e ai visitatori di applicare più volte al giorno repellenti per zanzare e indossare indumenti, preferibilmente di colore chiaro, che coprano il corpo quanto più è possibile.

COS’È IL VIRUS ZIKA

Un virus classificato anche con il nome di Zikav o Zikv. Nel febbraio 2015 le autorità brasiliane hanno iniziato a studiare un focolaio di eruzioni cutanee che avevano colpito sei stati della regione nord-est del paese. Si trasmette dal morso delle zanzare Aedes aegypti, parenti della zanzara tigre. Si tratta di un virus simile a quello che porta la dengue e la febbre gialla. I sintomi sono febbre, dolori muscolari e alle articolazioni, eruzioni cutanee, mal di testa e congiuntivite. Ma il motivo delle preoccupazioni non sono tanto i sintomi, quanto l’associazione del virus con la microcefalia.

Germana Carillo

LEGGI anche:

frecciaIL VIRUS ZIKA ARRIVA IN EUROPA: COS’È, SINTOMI E TRATTAMENTO

frecciaVIRUS ZIKA: COSA DEVE FARE CHI VA ALL’ESTERO (E NON SOLO)

freccia10 MODI PER DIVENTARE INVISIBILI PER LE ZANZARE

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook