Febbre e crampi allo stomaco: i virus di primavera stanno di nuovo mettendo KO gli italiani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pensavate di esservi lasciati l’influenza alle spalle? Ha colpito anche voi?

Influenza stagionale, in 200mila già a letto. Sbalzi di temperatura e primi piccoli tepori: che sia arrivata la primavera non è detto che si sia salvi dall’influenza. Anzi, accanto ai classici raffreddori di cambio stagione, possono comparire i cosiddetti virus di primavera, quei mix micidiali di starnuti e allergie che non risparmiano proprio nessuno.

Con le temperature un po’ più calde, infatti, ma anche con il tempo instabile e gli sbalzi tra caldo sole e fredde serate si diffondono forme virali di tipo gastrointestinale.

Gli esperti parlano, ahinoi, di un vero e proprio boom di forme di questo tipo, con una forte circolazione in questi giorni soprattutto dell’enterovirus, che colpisce a tutte le età e spesso tutta la famiglia.

Virus di primavera, i sintomi principali

  • scariche di diarrea
  • vomito
  • crampi allo stomaco
  • febbricola

Il contagio si verifica nel momento in cui si entra in contatto con il virus, anche tramite oggetti o alimenti contaminati. Il virus, inoltre, viene propagato dal malato anche prima che i sintomi si manifestano. In genere l’influenza guarisce da sola dopo qualche giorno.

Cosa fare

Ponete tantissima attenzione alla disidratazione e a una corretta alimentazione. In particolare:

Bere molta acqua

Soprattutto se l’influenza intestinale ha colpito bambini o anziani, dato che la diarrea e il vomito fanno perdere una grande quantità d’acqua

Probiotici

Aiutano l’intestino a ristabilirsi, grazie ai batteri buoni ripopolano la flora batterica intestinale. Ne esistono alcuni ceppi più indicati in caso di gastroenterite, ma chiedete sempre consiglio in farmacia o erboristeria

Riposo

Assicuratevi il giusto riposo dato che vomito e diarrea possono rendere particolarmente deboli.

Ovviamente, state alla larga dagli antibiotici. Vi danneggerebbero solo senza risolvere alcunché.

Leggi anche:

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook