Vino rosso: quello analcolico abbassa la pressione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il vino rosso analcolico fa bene al cuore perché abbassa la pressione. Che il vino facesse bene alla salute del nostro corpo e soprattutto all’apparato circolatorio non è una novità, ma un recente studio realizzato presso l’Hospital Clinic di Barcellona, ha fornito una nuova conferma del fatto che quello analcolico contribuisce ad abbassare i livelli di pressione.

Se da una parte il vino rosso, assunto con moderazione, ha un certo numero di benefici per la salute, tra cui l’aumento del colesterolo “buono” e la protezione contro i danni alle arterie, è stato scoperto che anche quello analcolico non è da meno. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che due bicchieri di vino rosso analcolico al giorno sono efficaci a ridurre la pressione sanguigna solo se l’alcool è stato rimosso.

Come riporta anche Medical Daily, l’eliminazione dell’alcol potrebbe aumentare l’ossido nitrico nel sangue, che è a sua volta rilassa i vasi sanguigni. Lo studio ha coinvolto 67 uomini con numerosi fattori di rischio cardiovascolare o diabete. I ricercatori hanno indicato ai partecipanti di consumare vino rosso, vino rosso non alcolico o gin durante i pasti, per un totale di quattro settimane, monitorandoli in ciascuna delle fasi di assunzione della bevanda.

L’autore dello studio Gemma Chiva-Blanch, del Dipartimento di Medicina Interna presso dell’Hospital Clinic di Barcellona, ha così rilevato che dopo che i partecipanti avevano consumato vino rosso con alcol o gin non c’era alcun cambiamento significativo nella pressione arteriosa, ma dopo aver consumato vino rosso analcolico i livelli di pressione sanguigna sistolica erano diminuiti di circa 6 mm hg mentre i livelli di pressione arteriosa diastolica erano scesi di 2 mm hg.

Secondo gli esperti, ciò equivale ad una diminuzione del 14 per cento del rischio di malattie coronariche e del 20 per cento di diminuzione del rischio di ictus. Saranno comunque necessarie ulteriori indagini, ma ciò che è certo è che alcolico o analcolico, un buon bicchiere di vino a tavola è tutt’altro che dannoso.

Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Circulation Research.

Francesca Mancuso

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook