Varicella: diminuisce con il Sole

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Buona notizia per coloro che ancora non hanno avuto la varicella: la luce solare rallenterebbe la riproduzione del virus responsabile della malattia, limitando così l’insorgenza di quelle fastidiosissime macchie sulla pelle!

A rivelarlo sono i ricercatori britannici della St Georgès University of London, secondo i quali l’esposizione alla luce solare può aiutare ad ostacolare la diffusione della varicella. Una novità che appare incredibile visto che fino ad oggi mamme, nonne, medici e pediatri tutti ci avevano sempre tenuto a precisare di stare lontano dai raggi solari durante la malattia e pure nei mesi successivi per tutelare l’eruzione cutanea che si manifesta durante la malattia.

La ricerca – resa nota anche sulla rivista Virology – ha messo in evidenza come il virus, l’Herpes zoster, a contatto con il sole riesca a trasmettersi con meno vigore. Non a caso la malattia infettiva che colpisce soprattutto i bambini è molto meno diffusa nei Paesi tropicali, dove la presenza dei raggi UV è decisamente maggiore che altrove.

Gli studiosi hanno infatti portato avanti numerosi esperimenti in tutto il mondo, li hanno confrontati con altri test effettuati precedentemente, e alla fine hanno riscontrato che proprio nei Paesi tropicali la diffusione della varicella è molto scarsa. Come pure il fatto che i picchi di diffusione si siano verificati maggiormente in stagioni in cui l’esposizione ai raggi ultravioletti è minore, ossia in inverno e primavera.

Il ruolo dei raggi UV è fondamentale – ha commentato Phil Rice dell’Universita’ di Londra, che ha coordinato lo studio – noi consideriamo il sole, il parametro principale per comprendere come mai la varicella sia meno comune e meno facilmente trasmessa da persona a persona nei paesi tropicali”.

Bisogna considerare però che ci sono anche altri fattori che intervengono, come il livello di umidità e altre variabili sociali – il sovraffollamento in primis – che potrebbe influire sulla trasmissione del virus.

Insomma, il dato non è ancora certo, ma nel dubbio – se ci becchiamo la varicella, specie in estate – non facciamo i dracula della situazione.

Verdiana Amorosi

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook