Vaccino universale: la chiave per realizzarlo togliere lo zucchero?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È già da qualche anno che si sta studiando per mettere appunto un vaccino universale in grado di prevenire ogni tipo di influenza. Inizialmente il suo arrivo era previsto proprio nel 2013 ma, a quanto pare, siamo ancora in attesa.

Nuovi aggiornamenti arrivano però dagli Stati Uniti dove un gruppo di ricercatori dell’University of North Carolina di Greensboro ha fatto un passo avanti che potrebbe essere decisivo per il raggiungimento dell’obiettivo ambizioso di creare un’arma universale contro tutte le influenze.

Secondo gli scienziati americani la chiave sarebbe quella di togliere il glucosio (ossia lo zucchero) all’influenza. È grazie a questa sostanza, infatti, che i virus sono in grado di riprodursi e proliferare all’interno dell’organismo con i tanti effetti collaterali che tutti ben conosciamo.

A provare questo sono stati Amy Adamson e Hinissan Pascaline Kohio, che hanno dimostrato come, sconvolgendo il normale metabolismo del glucosio nei virus, si possa arginare la diffusione dell’influenza A. Grazie a delle colture di cellule di mammifero i due ricercatori hanno infatti evidenziato come, togliendo appunto lo zucchero, si riusciva a diminuire significatamente la replicazione cellulare.

Almeno in teoria, questo meccanismo è valido anche per tutti gli altri ceppi influenzali e una volta applicato funzionerebbe sempre, ovvero senza bisogno di sviluppare ogni anno un nuovo vaccino che tenga conto delle caratteristiche specifiche di ogni ceppo.

L’idea è stata presentata al meeting annuale della Società americana di biologia cellulare tenutosi a New Orleans. Bisognerà ora fare ulteriori ricerche per capire la sua reale potenzialità e applicabilità all’interno del vaccino.

Nel frattempo approfittiamo della natura per tenere lontane le influenze, ad esempio aiutandoci a prevenire le malattie stagionali con la vitamina C.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– Influenza: la meditazione il miglior vaccino

– Vaccini obbligatori sono davvero sicuri?

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook