Usa: ricoverato due mesi per COVID-19, riceve fattura da 1,1 milioni di dollari dall’ospedale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Negli Usa, Michael Flor, di 70 anni, è rimasto a lungo ricoverato presso lo Swedish Medical Center di Issaquah, nello stato di Washington. Ha rischiato la vita ma una volta dimesso, l’ospedale gli ha presentato un conto salatissimo.

Il nosocomio presso cui è stato ricoverato gli ha inviato una fattura ai limiti dell’incredibile,  pari a  1,1 milioni di dollari (circa 980 mila euro).

“Ho dovuto guardarla diverse volte … per vedere se stavo vedendo bene”, ha raccontato Flor a The Time.

Flor è il paziente americano rimasto più a lungo ricoverato in ospedale.  Flor è rimasto 62 giorni in terapia intensiva, per settimane è stato in coma farmacologico. Forti i timori che non riuscisse a farcela, i sanitari avevano anche chiamato la famiglia per un ultimo saluto ma Michael ce l’ha fatta e ha sconfitto il coronavirus.  Preso in cura presso lo Swedish Medical Center di Seattle, gà immaginava che la sua famiglia sarebbe andata incontro a un conto davvero elevato. A causa della gravità della sua situazione è rimasto privo di coscienza per gran parte del suo soggiorno, ma all’inizio ricorda di essersi svegliato e di aver detto alla moglie Elisa Del Rosario: “Devi portarmi fuori di qui, non possiamo permettercelo.”

E aveva ragione. La fattura era ben al di sopra di ogni stima. Il conto di 181 pagine includeva quasi 3.000 addebiti dettagliati e acconta indirettamente la storia della battaglia di Flor contro il coronavirus: per i due giorni in cui il suo cuore, i reni e i polmoni stavano tutti smettendo di funzionare e ha rischiato di morire, vi erano ben 20 pagine di spese, pari a circa 100mila dollari.

La sua stanza nell’unità di terapia intensiva costava circa  9.700 $ al giorno. Per scongiurare il rischio di contagio, la camera era sigillata e potevano entrare solo operatori sanitari che indossavano tute di plastica, visiere e mascherine. Per 42 giorni è rimaseti lì isolamento, per un costo totale di $ 408.912.

È stato anche assistito da un ventilatore meccanico per 29 giorni, al costo di $ 2.835 al giorno, per un totale di $ 82.215. Circa un quarto della fattura poi riguarda le spese per i farmaci usati per curarlo. L’uomo sapeva già che avrebbe dovuto pagare le spese mediche ma di certo non si aspettava una cifra così elevata.

“Mi sento in colpa per essere sopravvivuto”, dice. “Perché io? “Perché meritavo tutto questo?” ha raccontato.

Per sua fortuna, il sig. Flor aveva un’assicurazione sanitaria che coprirà la maggior parte delle spese ma l’uomo e la sua famiglia sono comunque rimasti sbalorditi dall’assurdità dell’assistenza sanitaria americana.

L’uomo potrebbe non dover pagare gran parte del suo trattamento. È assicurato e la compagnia ha annunciato che per tutto il 2020 rinuncerà alla maggior parte dei costi immediati per i pazienti colpiti dal Covid-19 .

Una storia che, nonostante le difficoltà incontrate da Flor, ha avuto un lieto fine anche se ha messo in  luce i limiti del sistema sanitario americano.

Purtroppo non ha avuto la stessa fortuna il giovane di 17 anni che all’inizio della pandemia non è stato ricoverato perché privo di assicurazione sanitaria.

Fonti di riferimento: Time, The Seattle Times,

LEGGI anche:

Coronavirus, Pechino chiude di nuovo: in lockdown 11 aree residenziali

Bimbo leucemico positivo al coronavirus: curato col plasma supera anche il trapianto di midollo. È salvo!

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook