Uruguay: la Camera dice sì alla legalizzazione della marijuana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Aria nuova in Uruguay, dove la Camera dei Deputati ha appena approvato in via preliminare un disegno di legge per legalizzare la marijuana. Con 50 voti a favore su 96, il provvedimento renderà lecito piantare, consumare e vendere cannabis, pur all’interno di certi limiti.

Qualora arrivasse anche il sì del Senato, l’Uruguay diverrebbe il primo paese al mondo in cui è lo Stato ad avere il pieno controllo di tutto il processo di produzione e vendita della marijuana. Mentre negli Usa si parla di aprire una catena di negozi, un po’ più a sud la legalizzazione della cannabis è ormai a un passo.

Il disegno di legge, pubblicato a giugno 2012 come parte di una serie di misure per combattere la crescente violenza, prevede che lo Stato assuma il controllo e la regolamentazione dell’importazione, della semina, della coltivazione, della raccolta, della produzione, dell’acquisizione, dello stoccaggio e infine della commercializzazione e distribuzione della cannabis e dei suoi derivati.

Dopo il sì del Senato, gli utenti, previa registrazione, potranno acquistare fino a 40 grammi al mese di cannabis nelle farmacie, ma potranno anche avere la propria coltivazione per un massimo di 6 piante e un raccolto che non superi i 480 grammi. Non poco.

La depenalizzazione, un progetto da alcuni considerato controverso, è stato promosso dal presidente José Mujica. Si legge su Elespectador che il 63% della popolazione era contrario ad una simile soluzione secondo un recente sondaggio condotto da Cifra.

Adesso è atteso il parere del Senato, che potrà stabilire o meno se cannabis e derivati potranno liberamente circolare nel paese. In ogni caso, il provvedimento prevede la creazione di un organismo statale che si occuperà di regolamenterà il settore.

Se così fosse, l’Uruguay sarebbe il primo paese al mondo in cui la gestione delle droghe leggere diverrebbe un affare di Stato.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Combattere obesità e diabete con la Marijuana

Marijuana: presto una catena di negozi e un marchio nazionale negli Usa

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook