Perché uomini e donne accumulano grasso in modo diverso? La risposta nei moscerini della frutta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Uomini e donne con qualche chilo di troppo distribuito in maniera diversa? Non solo le donne hanno generalmente una percentuale maggiore di grasso corporeo rispetto agli uomini, ma le aree in cui il grasso stesso si concentra sono diverse tra i sessi. Le donne sono più portate a immagazzinare la ciccia tra gambe e glutei, gli uomini sulla parte addominale. Perché queste differenze?

Tutta “colpa” degli stili di vita, degli ormoni sessuali ma anche dei geni, che causano differenze nel modo in cui il nostro corpo accumula grasso. Quel che non tutti sanno è che la stessa cosa accade ai moscerini della frutta, ai quali noi umani siamo molto simili, condividendo con essi quasi il 75% dei geni che causano malattie. E proprio alcuni di questi geni possono anche spiegare perché donne e uomini immagazzinano il grasso in modo diverso.

Un’intuizione questa che potrebbe un giorno essere utilizzata per trattare le malattie metaboliche, incluso il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari. Nella letteratura scientifica, si sono studiati centinaia di geni del metabolismo dei grassi che sono influenzati in un modo o nell’altro dagli ormoni sessuali e dai cromosomi sessuali, ma non si sa molto su quali geni specifici siano responsabili della conservazione del grasso tra i sessi.

In un nuovo studio pubblicato su PLOS Biology, i ricercatori dell’Università della British Columbia in Canada si sono concentrati sul genoma proprio dei moscerini della frutta.

Come le donne, anche le mosche femmine immagazzinerebbero più grasso dei maschi e lo metabolizzerebbero più lentamente e mentre questa differenza tra uomini e donne è parzialmente spiegata dallo stile di vita, anche fattori biologici come gli ormoni sessuali e i cromosomi sessuali svolgono un ruolo.

moscerini frutta

Lo studio ha identificato un gene, il cosiddetto trigliceride lipasi brummer (bmm), che è coinvolto nella regolazione delle differenze sessuali nell’omeostasi dei grassi: normalmente, i moscerini maschi hanno livelli più alti di bmm; di contro, in assenza di questo gene, maschi e femmine hanno immagazzinato esattamente la stessa quantità di grasso.

Quali sono le implicazioni di questa scoperta? Identificando i geni che spiegano perché i maschi e le femmine hanno diverse quantità di grasso, gli studiosi potrebbero essere in grado di capire meglio perché uomini e donne abbiano diversi rischi di malattie associate alla conservazione anomala del grasso, come le malattie cardiovascolari e il diabete di tipo 2.

Conoscere quali geni influenzano l’accumulo di grasso e il metabolismo potrebbe essere un importante primo passo nello sviluppo di trattamenti più precisi per affrontare questo tipo di malattie.

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook