Tumori: si studia un test veloce sulla saliva per diagnosticare il cancro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tumori e diagnosi precoce: in futuro, un test della saliva – veloce, non invasivo e da fare anche a casa – ci potrà dire se abbiamo un cancro (soprattutto ai polmoni e al pancreas), grazie alla cosiddetta “biopsia liquida”, in grado di rilevare i frammenti del Dna tumorale nei fluidi corporei.

Per ora si tratta di un prototipo presentato da David Wong, professore di oncologia presso l’Università della California di Los Angeles, al convegno dell’Associazione americana per l’avanzamento delle scienze (AAAS).

Si tratta di un esame che, se approvato dalla Food and drug administration americana, avrà effetti positivi sulle diagnosi precoci e un importante impatto economico: il kit, infatti, costerebbe circa 20 euro e darebbe un risultato in soli 10 minuti.

Attualmente, gli scienziati possono usare solo determinate analisi del sangue per rilevare un cancro, analisi che danno risultati in due settimane e possono monitorare la diffusione del cancro, ma non possono essere sfruttati come esame iniziale.

In questo caso, invece, si utilizza la biopsia liquida per scovare un tumore con un semplice test: il professore Wong ha dimostrato che una sola goccia di saliva contiene dati sufficienti per dare una diagnosi definitiva non appena un tumore si sviluppa.

L’esame è affidabile al 100% ed è molto facile, tanto che può essere fatto nello studio del medico, in farmacia o a casa.

Per ora, la biopsia è risultata affidabile per il tumore al polmone e al pancreas, per i quali non esistono screening precoci efficaci, mentre intanto prossimamente dovrebbe partire una sperimentazione clinica in Cina su un gruppo di pazienti con queste neoplasie.

Un test efficace, dunque, ma gli stessi autori del progetto rimangono coi piedi per terra, consapevoli che accanto alla biopsia liquida vanno presi in considerazione anche altri strumenti diagnostici.

In ogni caso, quello che vale la pena sottolineare qui, e questo nuovo test ne dà conferma, è che la diagnosi precoce è fondamentale. Tenete inoltre sempre a mente che la via della prevenzione passa sempre prima di tutto dalla nostra tavola e dai nostri stili di vita. Ecco qui 8 regole che dovreste seguire se volete ridurre il rischio di ammalarvi di cancro.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Tumori: ecco le 10 regole d’oro per restare in salute mangiando

Tumori: ecco la tabella degli alimenti anti-cancro

Tumori: 27 alimenti per la prevenzione del cancro

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook