Tumori: dalle piante tre sostanze naturali per proteggere la pelle dalla radioterapia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La radioterapia contro il cancro consiste nell’esporre il paziente direttamente alle radiazioni ionizzanti, come i raggi gamma o i raggi-X. I danni alle cellule tumorali sono immediati. Purtroppo, però, lo sono anche quelli al tessuto sano, specialmente per la pelle che si trova in corrispondenza della massa tumorale.

Così, si perdono i capelli, si arriva a problemi dermatologici e persino al cancro della pelle. Eppure, una soluzione potrebbe esserci, ed è stata da sempre ricercata dagli scienziati. O almeno è quello che sostengono nell’International Journal of Low Radiation, Faruck Lukmanul Hakkim dell’Università di Nizwa, Oman e Nagasaki, in Giappone, e colleghi: tre prodotti naturali derivati dalle piante sarebbero in grado di proteggere la pelle contro le radiazioni gamma durante la radioterapia.

Hakkim e colleghi discutono i benefici di 3 composti antiossidanti:

  • l’acido caffeico, chiamato così perché originariamente trovato negli estratti di caffè ma successivamente riscontrato ampiamente in natura (nell’angelica, nell’arnica, nella bardana, nella fumaria, nella melissa ed in elevate percentuali nel propoli, ma anche in cicoria, carciofo, piselli e fragole);
  • l’acido rosmarinico, presente in rosmarino, salvia, origano, timo, menta piperita e melissa;
  • l’acido cinnamico, che si trova nell‘olio essenziale di cannella, in balsami come lo storax (o olio di storace, estratto da piante del genere Liquidambar) e nel burro di karité.

Questi 3 acidi organici avrebbero un effetto protettivo. Il team, infatti, sostiene che trattando le cellule epiteliali umane con essi, si possono proteggere le cellule del 40%, del 20% e del 15%, a seconda della tossicità del raggio gamma. Ma serviranno ulteriori studi, attualmente in corso, per studiare il potenziale clinico delle miscele dei tre prodotti naturali.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Cancro al seno: cocktail in grado di uccidere il 100% delle cellule cancerogene

Tumori: 27 alimenti per la prevenzione del cancro

Come preparare l’Aloe Arborescens di Padre Romano Zago

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook