Camminare allunga la vita anche dei malati di tumore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vi abbiamo elencato già diversi motivi per camminare ogni giorno ma sempre nuovi benefici di questa pratica tanto naturale, semplice e alla portata di tutti vengono messi in luce dalla scienza. Una nuova ricerca segnala come camminare sia utile anche a chi è effetto da cancro, dato che permetterebbe ai malati di vivere meglio e più a lungo.

Ad arrivare a questa conclusione sono stati alcuni ricercatori affiliati al Macmillian Cancer Support, fondazione che si occupa del cancro sia a livello preventivo che post malattia e che tra le altre cose organizza appunto delle passeggiate. Secondo i calcoli fatti dai ricercatori, basati sulle linee guida del Chief Medical Officer che consiglia 150 minuti di attività fisica in una settimana, il movimento moderato ma costante che si compie camminando sarebbe utilissimo alle persone malate e potrebbe evitare una morte prematura in particolare se si è affetti da tumore al seno o alla prostata.

Non basta però semplicemente camminare ma bisogna farlo per un chilometro e mezzo procedendo ad un ritmo moderato, ovvero con una velocità di circa 5 chilometri all’ora. L’alternativà è passeggiare alla stessa velocità per venti minuti al giorno.

Quanti e quali sarebbero i benefici su queste persone? Molti, secondo i ricercatori! Tra questi riduzione della sensazione di affaticamento, meno gonfiore agli arti e maggiore mobilità oltre che miglioramento dell’umore. L’attività fisica dunque, qualunque sia lo stato di salute di cui si gode, è sempre molto importante: “Non possiamo continuare a chiudere gli occhi di fronte a una soluzione ovvia e molto semplice. L’attività fisica è un farmaco meraviglioso e gli operatori sanitari devono prescrivere l’attività fisica, come per esempio camminare, come una parte standard di recupero dal cancroha dichiarato Ciaran Devane, del Macmillan Cancer Support.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– Camminare: 10 motivi per farlo almeno 30 minuti al giorno

– Salute: camminare a passo veloce è meglio di correre

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook