Tavoletta del water su o giù? La risposta in un’equazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E si, per rispondere a questo dilemma esistenziale, che da anni è al centro di discussioni tra popolo femminile e quello maschile, ci serviva giusto un’equazione (quasi) indecifrabile.

E non ridete appena leggerete di che si tratta, perché per rispondere alla domanda “deve stare giù o su”, è stato scomodato addirittura uno scienziato, Jay Pil Choi.

Allora, dunque il quesito è questo: “La tavoletta del water deve stare alzata o abbassata?”. Ecco la risposta:

equazione tavoletta water
Foto: Michigan State University

Tutto perfettamente chiaro vero? Ma per chi volesse ulteriori delucidazioni, secondo Jay Pil Choi le cose funzionano più o meno così.

La donna per sua natura non tende mai ad alzare la tavoletta del water perché tende a sedersi comunque, quindi il rischio “goccia” non si pone alla base. L’uomo invece (a meno che non decida di farla seduto) alza la tavoletta ogni qualvolta deve fare pipi.

Quindi diciamo che se la lasciamo su, sia l’uomo che la donna dovranno abbassarla, se invece sta giù, solo l’uomo dovrà avere premura di alzarla. Le due regole che si possono seguire secondo lo scienziato sono: la dinamica dello status quo, ovvero lasciarla nella posizione in cui sta quando finisci di usare il water oppure abbassata, cioè nella posizione “in cui devi lasciarla”.

equazione tavoletta water1

Ecco le conclusioni di Choi: Se uomini e donne sono in egual numero nella stessa casa, la tavoletta deve stare giù, se ci sono almeno 4 uomini e solo due donne, la tavoletta deve stare su e via dicendo.

Insomma, fate tutti i calcoli che volete, seguite lo schema, ma per evitare di litigare ricordate: la tavoletta deve stare giù.

Redazione greenMe.it

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook