@goodluz/Shutterstock

Dimmi con chi ti accoppi e ti dirò come stai! Lo studio che svela come i partner influenzano la salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le coppie che vivono sotto lo stesso tetto non condividono solo gli spazi della casa e i vari momenti della giornata, ma anche i comportamenti connessi alla propria salute, molto spesso influenzandosi a vicenda. E in molti casi l’influenza non è affatto positiva.

È quanto emerge da un’indagine condotta dal Brigham and Women’s Hospital di Boston che ha esaminato più di 5.000 coppie conviventi.

“Ciò che ci ha spinti a intraprendere questo studio è stato il fatto che sappiamo che il sistema sanitario degli Stati Uniti è costruito intorno all’individuo” spiega la dottoressa Samia Mora, una delle autrici della ricerca “Ma abbiamo pochissime informazioni sulla salute di un’unità domestica”.

I risultati dello studio

I ricercatori hanno analizzato la salute di 5.364 coppie, che annualmente si sottopongono a screening sanitari, per determinare se rientravano nella categoria “ideale”, “intermedia” e “non ideale” in base a ciascuno dei 7 fattori di rischio individuati dall’American Heart Association. Tali fattori di rischio riguardano: il tabagismo, l’indice di massa corporea, la sedentarietà, il tipo di dieta, il colesterolo, la pressione sanguigna e la glicemia a digiuno. Inoltre, il team di ricerca ha assegnato ad ogni individuo preso in considerazione un punteggio complessivo in relazione alla salute cardiovascolare.

E i risultati dell’indagine hanno stupito gli esperti, che si aspettavano una certa correlazione all’interno della coppia ma non così forte.

“Siamo rimasti sorpresi” ammette la dottoressa Mora “Quattro coppie su cinque sono rientrate nel gruppo non ideale. Ci aspettavamo di vedere alcuni fattori di rischio condivisi, ma è stata una sorpresa vedere che la stragrande maggioranza delle coppie si trova in una categoria non ideale per la salute cardiovascolare generale “.

Ma, per fortuna, c’è anche una buona notizia. “Nei casi in cui le persone godono di buona salute, è così anche per il partner” aggiunge Mora.

Perché i partner si influenzano a vicenda?

A determinare questo condizionamento reciproco tra conviventi ci sarebbero vari fattori. Ciò può dipendere, ad esempio, dal fatto che gli individui tendono a scegliere un partner con cui si sentono più a loro agio e che condivide gli stessi comportamenti, ad esempio la sedentarietà o la dipendenza dal fumo. Anche la scienza confermerebbe quindi il celebre detto “chi si somiglia si piglia”. Le coppie sono legate non solo dal sentimento ma anche dal loro bagaglio socioeconomico, dal tipo di alimentazione e dalle scelte di vita e quando si ritrovano sotto lo stesso tetto finiscono inevitabilmente per influenzarsi a vicenda.

A causa del lockdown e delle altre restrizioni anti-Covid, tale situazione si è accentuata in quanto le coppie si sono ritrovate a condividere maggiormente le proprie abitudini: a mangiare gli stessi cibi (esagerando a causa della noia), a guardare la tv e a condurre una vita più sedentaria e, in alcuni casi, a fumare.

Come essere un modello positivo per il proprio partner

Per fortuna, esistono anche diversi casi virtuosi che dimostrano che le persone riescono ad influenzare anche positivamente il proprio partner, come Jamie Hickey, che ha deciso di cambiare stile di vita e perdere peso dopo essere arrivato all’obesità. Pian piano è tornato in forma ed è diventato addirittura un istruttore di fitness e un nutrizionista. Il suo cambiamento radicale ha avuto degli effetti decisamente benefici anche sulla vita della moglie, che ha deciso di seguire il suo esempio per migliorare il suo stato di salute.

“Ho reso il nostro ambiente sano (smettendo di fumare, mangiando più cibi integrali e allenandomi) e alla fine anche lei ha scelto di farlo” racconta Hickey alla rivista Healthline.

Adesso hanno entrambi smesso di fumare e sono dimagriti, ma la moglie di Hickey non rinuncia a preparare i suoi piatti italiani. “Ora sa come renderli più sani” sottolinea l’uomo.

Come spiega la psicologa Laurie Mintz, che insegna all’Università della Florida, per aiutare il proprio partner a cambiare stile di vita non bisogna pensare a progetti troppo ambiziosi. Il primo passo è iniziare da gesti semplici da inserire nella propria quotidianità. “Preparate un piano insieme.” consiglia Mintz “Ad esempio facendo una passeggiata ogni sera dopo cena”.

In fondo, raggiungere dei traguardi insieme è più facile e divertente rispetto a farlo da soli. Ma non solo. Volersi bene prendendosi cura della propria salute, facendo più attività fisica e seguendo una dieta sana, significa voler bene ai propri figli e trasformarsi in un modello virtuoso per loro.

Fonte: Healthline

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook