Stile di vita sano aumenta aspettativa di vita: una tabella per calcolarla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il segreto per vivere più a lungo? Non fumare, bere alcolici moderatamente, avere uno stile di vita attivo e mangiare molta frutta e verdura. Sempre più ricerche confermano tutto ciò, la più recente arriva dalla Svizzera.

L’Università di Zurigo, grazie ad uno studio condotto su oltre 16mila persone, ha documentato per la prima volta l’impatto dello stile più o meno salutare che le persone hanno sull’aspettativa di vita. Ormai è noto come malattie cardiovascolari, diabete ma anche cancro possono essere prevenuti grazie ad uno stile di vita sano che eviti fattori di rischio come fumo, alimentazione sregolata, eccesso di alcol e inattività fisica.

Gli esperti dell’Istituto di medicina sociale e preventiva (ISPM) dell’Università di Zurigo hanno esaminato gli effetti di questi quattro fattori sulla longevità, analizzandoli sia singolarmente che in maniera combinata. Risultati? Un individuo che fuma, beve molto, non pratica attività sportiva e ha una dieta squilibrata ha 2,5 volte più elevato il rischio di mortalità rispetto ad un individuo che si prende cura della sua salute. Come ha sottolineato Eva Martin-Diener: “Uno stile di vita sano può aiutare a rimanere più giovane di dieci anni“.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno utilizzato i dati della National Cohort svizzera (SNC) relativi al consumo di tabacco, alcol, frutta e all’attività fisica praticata da 16.721 partecipanti di età compresa tra i 16 e i 90 anni tra il 1977 e il 1993.

L’effetto di ogni singolo fattore sulla speranza di vita è relativamente alto” ha dichiarato la dottoressa Diener, ma è il fumo ad essere il più dannoso. Rispetto ad un gruppo di non-fumatori, i fumatori hanno un rischio del 57% in più di morire prematuramente. Una dieta non sana, niente sport e troppo alcool si traducono invece in un 15% in più di rischio mortalità per ciascun fattore.

Secondo i ricercatori gli effetti dannosi di queste abitudini errate compaiono soprattutto in tarda età, le conseguenze sono particolarmente visibili nella fascia 65-75. La probabilità di un uomo di 75 anni con nessuno dei quattro fattori di rischio di sopravvivere nei successivi dieci anni è del 67%, ma scende drasticamente al 35% se li ha tutti e 4.

Tabelle come quella in basso, a detta degli esperti, in futuro “saranno in grado di assistere i medici nelle pratiche di consulenza sanitaria ai loro pazienti”. Lo schema fa riferimento all’aspettativa di vita (stimata in percentuale per i successivi 10 anni) di donne e uomini di 65 o 75 anni calcolata in base all’utilizzo nullo, moderato o alto di alcool, fumo, frutta e al fatto che si pratichi o meno attività fisica.

tabella longevita

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– Modificare lo stile di vita per vivere più a lungo

Dieta vegetariana: un elisir di lunga vita contro l’invecchiamento

– Largo a frutta e verdura: 5 porzioni al giorno fanno vivere 3 anni in più

– Fumo: le donne che smettono guadagnano 10 anni di vita

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook