I sogni sembrano dei film? È solo questione di dopamina

I sogni sono regolati dalla produzione di dopamina che avviene durante le ore notturne e non dall’inconscio, come siamo soliti pensare. È quanto sostiene un gruppo di ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma, dell’IRCCS Santa Lucia e dell’Università de L’Aquila.

Quindi il perché sogniamo tutti in maniera diversa non è più un mistero. Monitorando, infatti, l’attività di un gruppo di volontari durante il sonno, il team ha constatato che c’è un rapporto che lega il mondo onirico alla produzione di dopamina e come dall’attivazione di determinate aree del cervello dipenda la possibilità di dar vita a sogni nitidi e simili ad autentici film, dei quali ci troviamo ad essere inconsapevoli spettatori.

In sostanza, mettete da parte il romanticismo perché alla base del ricordo dei sogni vi è un preciso meccanismo neurochimico, come si legge nello studio pubblicato sulla rivista Human Brain Mapping.

Grazie a una strategia innovativa che sfrutta l’elevata risoluzioni delle tecniche di neuroimmagine, i ricercatori hanno potuto misurare il comportamento “microstrutturale” di alcune aree del cervello, dimostrando che esiste una diretta implicazione del neurotrasmettitore dopamina negli aspetti salienti dell’esperienza onirica. Che il sogno sia bello o brutto, vivido o confuso, dipende quindi da meccanismi chimici.

Gli studiosi hanno preso in esame la malattia di Parkinson quale modello di riferimento in quanto i malati affetti da questa patologia hanno una carenza di dopamina. Nei 27 pazienti parkinsoniani i ricercatori, hanno scoperto che la nitidezza dei sogni dipendeva dal dosaggio dei farmaci dopaminergici: più veniva aumentato il livello di dopamina nei circuiti cerebrali recettivi a questo neurotrasmettitore, maggiori erano le possibilità che al risveglio i pazienti ricordassero perfettamente quanto sognato.

Il prossimo passo – fanno sapere i ricercatori – sarà adesso quello di comprendere quali aree del cervello generano i sogni e da cosa dipende la loro presenza o assenza.

Dominella Trunfio

LEGGI anche:

I 10 SOGNI PIÙ COMUNI E IL LORO SIGNIFICATO

10 CONSIGLI UTILI PER RICORDARE I SOGNI

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

Izanz

Quanti e quali tipi di zanzare esistono in Italia?

Coop

L’impegno di Coop nell’emergenza coronavirus

TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook