@Milkos/123rf

Carenza di melanina: sintomi a cui fare attenzione e conseguenze

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La melanina è responsabile del colore della nostra pelle. Ma cosa succede in caso di carenza e quali sono i sintomi? Scopriamolo insieme

La melanina è l’insieme dei pigmenti della pelle prodotti da cellule specializzate, dette melanociti. Questa è la sostanza responsabile del colore naturale della nostra pelle, e una sua carenza è responsabile delle macchie cutanee bianche prive, appunto, di melanina.

Con l’avanzare dell’età il nostro corpo inizia a ridurre la produzione di melanina, spesso i primi a essere interessati da questo processo sono i capelli, e questa carenza si manifesta con, appunto, i capelli bianchi.

Ovviamente, se una carenza di melanina si presenta in modo precoce può essere causata da una predisposizione genetica, oppure da uno stile di vita scorretto, o ancora da livelli di stress molto elevati. (Leggi anche: Macchie sul viso: cause e rimedi naturali)

Sintomi carenza di melanina

Quando si ha una carenza di melanina il primo sintomo è la perdita di colore sulla pelle. Secondo una ricerca, si tratta di una vera e propria riduzione del pigmento naturale dell’epidermide che diventa più chiara rispetto al colore originale e, spesso, si manifesta in primis lungo gli arti inferiori. Questa carenza si presenta con macchie chiare di forma rotondeggiante o lineare.

Una carenza di melanina può causare:

  • Vitiligine: si tratta di macchie bianche diffuse soprattutto su viso, gomiti, ginocchia; questa malattia è degenerativa e tende a evolversi, sia con l’estensione delle macchie esistenti sia con la comparsa di nuove
  • Ipo-pigmentazioni: sono delle macchie di colore più chiaro che possono addirittura portare alla completa assenza di pigmento, ossia albinismo
  • Ipomelanosi guttata idiopatica: si tratta di una patologia progressiva che interessa le cellule melanocitarie. La macchie non spariscono ma tendono a essere meno visibili in inverno, per poi tornare molto più evidenti nel periodo estivo. (Leggi anche: Macchie della pelle: cosa sono, come prevenirle, trattarle e correggerle)

Rimedi 

In caso di carenza di melanina è necessario rivolgersi al proprio dermatologo, che attraverso analisi approfondite riuscirà a individuare la causa e la cura. 

In ogni caso è importante fare attenzione alla propria alimentazione, e in caso di carenza importante assumere degli integratori sempre dopo controllo medico. 

Per quanto riguarda l’alimentazione è consigliabile assumere cibi specifici, ad esempio quelli che favoriscono l’abbronzatura, come ad esempio carote, albicocche, mirtilli, peperoni, radicchio e melone. Ma non è tutto, perché è fondamentale includere ogni giorno almeno tre porzioni di frutta e verdura ricchi di vitamina A.

Se da sola l’alimentazione non basta, puoi assumere degli specifici integratori, sempre sotto controllo del medico. (Leggi anche: 5 cose che dovresti assolutamente sapere prima di assumere qualsiasi integratore)

Sia in farmacia sia in erboristeria puoi trovare diversi tipi di integratori come ad esempio quelli con aminoacidi, come la tirosina importante nella sintesi della melanina, oppure integratori alimentari specifici per la pelle ricchi di zinco, selenio, vitamina A, beta-carotene, licopene e vitamina E.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook