Sigaretta elettronica: fa male o no? Ecco pro e contro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le sigarette elettroniche, anche dette e-cig, sono dei dispositivi che risultano molto efficaci per smettere di fumare le sigarette tradizionali. Rappresentano infatti una valida alternativa a questa dannosa abitudine e anche per questo motivo stanno riscuotendo un successo molto significativo da parte dei consumatori di tutto il mondo.

Se da molte ricerche, tra le quali spicca quella condotta su un campione di 886 fumatori e riportata nell’articolo “A Randomized Trial of E-Cigarettes versus Nicotine-Replacement Therapy pubblicata sul New England Journal of Medicine, è possibile affermare che le e-cig hanno la capacità di sostituirsi alle sigarette normali in un modo molto più efficace rispetto ai cerotti alla nicotina o ad altri rimedi disponibili, è ancora in fase di discussione se in effetti svapare sia assolutamente sicuro.

Le sigarette elettroniche funzionano con il riscaldamento di un liquido, che è formato da una base neutra, uno o più aromi e può contenere anche nicotina in quantità variabili, sempre che il vaper non preferisca un liquido che ne è privo. Sia nei negozi specializzati che online puoi comprare i liquidi per sigaretta elettronica, sia già pronto, che scomposto nei tre elementi appena indicati.

Ciascuna sigaretta elettronica è un accessorio che all’utilizzo fa provare tutte quelle sensazioni delle sigarette tradizionali che recano piacere e soddisfazione, tra cui il buttar fuori “fumo” dalla bocca, che in realtà, nel caso delle sigarette elettroniche è vapore. Da questo punto di vista, appare interessante sottolineare il fatto che in diversi modelli di e-cig c’è anche la possibilità di regolare la quantità di vapore da emettere nel corso dello svapo.

Ma per quale motivo una persona dovrebbe scegliere di passare allo svapo? Per quanto non siano stati ancora verificati gli effettivi danni che può causare la sigaretta elettronica, sembra che a confronto con le sigarette tradizionali, tali effetti potenzialmente nocivi (alla salute e non solo) delle e-cig siano alquanto inferiori.

Quest’ultimo punto sembrerebbe confermato dal documento che è stato presentato dalla Public Health England nel 2015. Tale agenzia governativa inglese ha affermato che la sigaretta elettronica è nettamente meno nociva di quella tradizionale (i dati riportati parlano addirittura del 95% in più).

D’altra parte, non possono essere tralasciati i casi di intossicazione, anche grave, di molti ragazzi svapatori negli Stati Uniti, un caso che ha messo in discussione le teorie più ottimiste sulle sigarette elettroniche. A questo proposito, però, rimane da considerare che oltreoceano non esisteva allora una legge federale che regolasse in maniera uniforme la materia e quindi vi era un gran caos normativo per quanto riguardava le sostanze da e-liquid e l’accertamento della loro non tossicità. Inoltre, in quel paese è molto frequente che le persone compongano essi stessi i liquidi partendo dalle materie prime, quindi il controllo su di esse è praticamente nullo da parte dello Stato.

Sembra chiaro che siano assolutamente necessari ulteriori studi, che vadano a interessare i composti chimici dei liquidi per sigaretta elettronica e anche il funzionamento della stessa. Nel frattempo, però, si può contare su alcuni punti fermi.

I benefici della sigaretta elettronica sulla salute e la bellezza

Come evidenziato nell’introduzione, decidere di utilizzare una sigaretta elettronica al posto di quelle tradizionali può comportare alcuni vantaggi non trascurabili. Eccone alcuni che riguardano la salute e la bellezza:

  • La e-cig non riscalda il liquido fino a ad arrivare a temperatura di combustione, quindi molte delle sostanze tossiche che nelle sigarette tradizionali sono sprigionate durante questo processo e che possono causare danni a polmoni o altri organi sono evitate con lo svapo.
  • Benefici per quanto riguarda l’aspetto estetico: usando la sigaretta elettronica invece quelle tradizionali, i denti possono tornare più bianchi, i capelli possono apparire più belli e piacevoli al tatto, e anche la pelle ne trae dei vantaggi importanti.
  • Meno odori: il vapore della sigaretta elettronica non è inodore, ma, a meno che non si scelga proprio un aroma tabaccoso, solitamente non ha nulla a che vedere con la puzza di fumo delle sigarette tradizionali. Di conseguenza, se si svapa in casa, gli ambienti e i tessuti non avranno odori fastidiosi. Anche le mani e l’alito non risulteranno sgradevoli all’olfatto.
  • Non si corre il rischio di bruciarsi le dita, cosa che può accidentalmente verificarsi con le sigarette tradizionali.

Altri vantaggi offerti dalla sigaretta elettronica

Una sigaretta elettronica offre anche altri vantaggi, oltre a quelli inerenti alla salute e alla bellezza, rispetto alle quelle normali, ovvero:

  • Secondo alcuni studi dell’NHS (National Health System) inglese, svapare può aiutare a smettere di fumare, e infatti in quel paese l’e-cig viene consigliata per chi intende abbandonare quella dannosa abitudine. In Italia, la Fondazione Veronesi è invece più dubbiosa, ma ha rilevato risultati parzialmente positivi, ma ancora da avvalorare completamente.
  • Può valere un tentativo, poi, ridurre gradualmente la concentrazione di nicotina contenuta nel liquido di ricarica per cercare di combattere la dipendenza da nicotina, come viene infatti affermato dall’AIRC (associazione italiana per la ricerca contro il cancro). Infatti, ciascun liquido contiene quantità variabili di questa sostanza, o addirittura non ne contiene affatto. Di conseguenza, un fumatore che vuole ridurre la dipendenza fisica da sigaretta, può diminuire gradualmente le dosi di nicotina assunte.
  • Permette anche di dilazionare la svapata in vari momenti. Questo è un aspetto molto vantaggioso, che consente di non sprecare denaro. Per esempio, fumando una sigaretta normale alla fermata del bus, si corre il rischio di doverla buttare all’improvviso quando arriva il pullman: con la sigaretta elettronica, problemi simili non esistono.
  • Ci sono tantissimi aromi a disposizione: uno svapatore, a differenza di un fumatore, ha molta più scelta in fatto di gusti disponibili. Esistono diversi liquidi al tabacco per chi è ancora legato a quel sapore, ma possono trovarsi anche di diversi tipi, come fruttati o cremosi.
  • Si risparmia: con un rapido calcolo di può notare che anche al mese i fumatori spendono molto di più rispetto agli svapatori.

Quali sono le spese per una sigaretta elettronica

Ogni sigaretta elettronica è diversa da un altro modello, ma in commercio molti modelli che richiedono esclusivamente l’acquisto periodico delle coil (anche dette resistenze) e dei liquidi.

Una resistenza può durare 1-2 settimane circa, e ha costi bassi (1-3 euro circa). Anche il costo dei liquidi è molto accessibile, sebbene variabile. Molte boccette piccole di liquido non costano più di 6 euro.

La durata di questi liquidi dipende da persona a persona, ma anche dalla quantità di nicotina che ciascun prodotto contiene: infatti, se il tasso di nicotina è elevato, in genere il liquido tende a durare di più, perché l’utilizzatore svapa di meno.

Sul sito web di Terpy.it, c’è la possibilità di comprare molti vari tipi di liquidi: ci sono tanti gusti tra cui poter scegliere.

Esistono anche altri pezzi di ricambio per le e-cig oltre alle resistenze, che potrebbero tornare utili se quelli montati sul proprio dispositivo dovessero rompersi (come nel caso del vetro al cui interno va collocato il liquido).

In commercio, si trovano sigarette elettroniche ideali per chi le utilizza alla prima volta, che sono molto semplici da usare e costano poco (15-30 euro circa). Ci sono però anche dei modelli più avanzati e costosi, che offrono funzioni aggiuntive per un’esperienza di svapo più appagante.

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook