Anche la sigaretta elettronica crea dipendenza?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La sigaretta elettronica può dare dipendenza e può anche creare ansia. Si tratta di quanto emerso da uno studio condotto dai ricercatori dell’In-Cnr e dell’Università Statale di Milano. Dunque la sigaretta elettronica non è innocua come sembra?

Attraverso la sigaretta elettronica si assumono dei vapori di nicotina e i ricercatori hanno voluto analizzare gli effetti neurochimici e comportamentali ad essi correlati.

Gli studiosi si sono impegnati a confrontare gli effetti dell’inalazione del fumo di tabacco con le conseguenze dell’assunzione di vapori di nicotina tramite la sigaretta elettronica. Lo studio in questione è stato pubblicato sulla rivista scientifica European Neuropsychopharmacology.

I ricercatori hanno osservato un maggior aumento dell’ansia e dei comportamenti compulsivi legato alla sospensione dell’utilizzo della sigaretta elettronica. Questi comportamenti continuavano anche dopo tempi prolungati dall’interruzione.

Secondo gli esperti la comparsa di comportamenti compulsivi legati all’ansia e alla dipendenza è correlata alla presenza di sostanze non ancora ben identificate nei vapori della sigaretta elettronica che possono provocare la comparsa di tali effetti indesiderati.

Il problema è che al momento le sostanze aggiunte ai vapori di nicotina delle sigarette elettroniche non sono codificate. Dunque usare la sigaretta elettronica non libererebbe dalla dipendenza dal fumo?

“È stato riscontrato un maggior aumento dell’ansia e dei comportamenti compulsivi nel caso di sospensione del vapore di sigaretta elettronica, osservabile anche dopo lungo tempo dall’interruzione. Questo indica che nel fumo di tabacco e nel vapore di sigaretta elettronica sono presenti, oltre alla nicotina, composti finora non identificati che possono provocare queste diverse risposte” hanno spiegato gli esperti.

Secondo i ricercatori è arrivato il momento di fissare delle regole per le sigarette elettroniche e di introdurre dei controlli obbligatori. Le sigarette elettroniche, in conclusione, possono essere davvero un’alternativa alle sigarette convenzionali, ma solo se non contengono sostanze dannose che possano portare ad una nuova dipendenza.

Marta Albè

Leggi anche:

SIGARETTA ELETTRONICA: IN ARRIVO QUELLA CHE SI PUÒ FUMARE OVUNQUE

SIGARETTA ELETTRONICA: VIETATA LA VENDITA AI MINORI DI 18 ANNI

SIGARETTE ELETTRONICHE: DOVE BUTTARLE PER SMALTIRLE CORRETTAMENTE?

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook