Sidro di fuoco: la ricetta della tisana “bomba” che aiuta ad aumentare le difese immunitarie

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alcune bevande possono aiutare a rendere più forte il nostro sistema immunitario, tra queste forse non avete mai sentito parlare del cosiddetto “sidro di fuoco”, una vera e propria “bomba” composta da diversi ingredienti e perfetta per scaldare anche le più fredde giornate invernali.

Prima di tutto chiariamo una cosa: niente di ciò che mangiamo o beviamo può impedire di contrarre il coronavirus, ma ci sono comunque alimenti e bevande che, più in generale, ci aiutano a rafforzare il nostro sistema immunitario e a ridurre di conseguenza la possibilità di trovarci alle prese con i malanni stagionali.

Il “Fire Cider”, sidro di fuoco, è tra queste. Si tratta di un rimedio naturale che è stato particolarmente popolare dalla fine degli anni ’70 all’inizio degli anni ’80, ideato dall’erborista Rosemary Gladstar.

È un vero e proprio tonico per l’organismo a base di cipolle, aglio, spezie, aceto e altro, utile non solo alle difese immunitarie ma anche a stimolare la digestione e riscaldarsi nei giorni più freddi.

Curiosi di conoscere la ricetta?

La ricetta del sidro di fuoco

Per prima cosa bisogna procurarsi i seguenti ingredienti:

  • Aceto di sidro di mele crudo e non pastorizzato (circa 2 tazze)
  • Zenzero (1/2 tazza)
  • Curcuma (1/2 tazza o un cucchiaino se è quella in polvere)
  • Limone (1/2)
  • Arancia (1/2)
  • Pepe Jalepeño 2
  • Grani di pepe (1 cucchiaio)
  • Timo (4 rametti)
  • Rosmarino (3 rametti)
  • Aglio (1 testa)
  • Cipolla (1/2)
  • Rafano (1/2 tazza)
  • Cannella (2 bastoncini)
  • Miele (opzionale per chi vuole dolcificare la bevanda)

Ne esistono diverse varianti e c’è chi aggiunge anche altri ingredienti o ne omette qualcuno. Una ricetta famosa è quella di Martha Stewart, conduttrice televisiva americana.

Come si prepara

Si consiglia di tagliare a fette, triturare (o grattugiare) tutti gli ingredienti, inserendoli in un barattolo di vetro sterilizzato e a chiusura ermetica da riempire con aceto di mele (in modo che copra e superi di un pollice o due tutte le spezie ed erbe). Dopo circa un mese, si filtra il liquido ottenuto e si aggiunge eventualmente un dolcificante. A quel punto è pronto da bere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da gaia olea (@gaiaolea)

 

Come si assume

Ci sono molti modi diversi per assumere questo rimedio naturale: si possono prendere un paio di cucchiai al mattino oppure aggiungerlo al tè o all’acqua calda (anche con limone) per diluire il suo gusto forte. C’è anche chi lo aggiunge all’insalata o ad altri cibi che assume quotidianamente.

Comunque, se avete il coraggio di assaggiarlo, vi siete davvero meritati l’immunità!

Fonte: Martha Stewart / The Beet /Instagram

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook