Sciroppo per la tosse fai da te con pigne verdi di pino mugo

sciroppo tosse

Con le pigne di pino mugo ancora verdi potrete preparare uno sciroppo per la tosse che è considerato un rimedio naturale molto efficace. Potrete raccogliere le pigne verdi di pino mugo nelle zone di montagna.

La preparazione dello sciroppo per la tosse con le pigne verdi di pino mugo è semplicissima dato che servono solo due ingredienti, cioè piccole pigne ancora verdi e zucchero preferibilmente di canna. Poi vi serviranno dei barattoli di vetro. Questo sciroppo fa bene anche per il mal di gola.

Il pino mugo è una pianta officinale spontanea, aghiforme e sempreverde dal portamento arbustivo. È nota soprattutto per la preparazione tradizionale di sciroppi e rimedi naturali per la tosse.

Ecco come preparare lo sciroppo per la tosse con le pigne verdi di pino mugo.

Ingredienti

Pigne di pino mugo ancora verdi

Zucchero di canna

Barattoli di vetro con tappo

Preparazione

Questo sciroppo si può preparare sia con lo zucchero di canna che con lo zucchero bianco. Lo zucchero è fondamentale per formare lo sciroppo. Scegliete la versione che preferite o quella dal sapore più gradito.

Iniziate a preparare lo sciroppo di pino mugo tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno in modo da averlo a disposizione per l’inverno. Le quantità di pigne e di zucchero dipendono dalla capienza dei vostri barattoli.

Leggi anche: 10 RIMEDI NATURALIE SCIROPPI FAI DA TE PER LA TOSSE

Infatti non dovrete fare altro che riempire uno o più barattoli di vetro con una manciata di pigne verdi di pino mugo e poi ricoprire il tutto con lo zucchero. Dovrete chiudere i barattoli con un tappo ermetico. A seconda delle versioni di questa ricetta i barattoli vanno conservati al buio o esposti al sole.

Serve del tempo, anche un paio di mesi di attesa, per fare in modo che lo zucchero si sciolga completamente e si formi lo sciroppo nel caso della conservazione al buio, invece esponendo i barattoli al sole lo zucchero si scioglierà più rapidamente.

Leggi anche: TOSSE GRASSA O SECCA: DIFFERENZE E RIMEDI NATURALI

sciroppo pino mugo 1
sciroppo pino mugo 2
sciroppo pino mugo 3

Fonte foto: Cookaround

Quando vedrete che lo sciroppo si sarà formato e che lo zucchero si sarà sciolto completamente, non dovrete fare altro che filtrare il composto ottenuto con un colino e trasferirlo in un altro barattolo di vetro o in una bottiglietta.

Così quando avrete la tosse potrete provare a calmarla prendendo alla mattina e alla sera oppure al momento del bisogno 1 o 2 cucchiaini di questo sciroppo naturale che si conserva a lungo in dispensa, anche per un anno.

Marta Albè

Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Seguici su Instagram
seguici su Facebook