Sangue dal naso: cause e consigli per epistassi in adulti e bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il sangue dal naso, detto anche epistassi, è un problema molto frequente che riguarda adulti e bambini e che può verificarsi in diverse situazioni. Vediamo allora 10 consigli utili per fronteggiarlo al meglio sapendo esattamente cosa fare e cosa non fare.

CAUSE DI EPISTASSI

Le cause per cui può uscire sangue dal naso possono essere di diverso genere: traumi del setto nasale, debolezza dei capillari in seguito ad uno sternuto o ad un raffreddore molto forte, l’eccessiva esposizione al sole, la secchezza delle mucose o, nel caso dei bambini, l’abitudine di mettersi le dita nel naso.

Solo in rari casi, quando il problema si presenta frequentemente, può essere spia di una patologia in corso come ad esempio l’ipertensione. In questo caso parlatene sempre con il vostro medico.

Leggi anche: IPERTENSIONE ARTERIOSA: SINTOMI, RIMEDI E DIETA

Il modo con cui trattare il sangue che esce dal naso è uguale in tutti casi ma rimane sempre importante per prima cosa individuare la causa che ha scatenato l’epistassi, tra le più frequenti ci sono:

• Trauma del setto nasale

Raffreddore

• Sternuti e colpi di tosse molto forti

• Secchezza delle mucose

• Rinite allergica

Fragilità dei capillari

Eccessiva esposizione al sole

• Nel caso dei bambini abitudine a mettersi le dita nel naso

COME INTERVENIRE

Vediamo adesso 10 consigli per adulti e bambini in caso di sangue dal naso.

1) Sedersi dritti

In caso di fuoriuscita di sangue dal naso per prima cosa è bene mettersi seduti ed evitare la posizione sdraiata che potrebbe essere dannosa in quanto, invece di far defluire il sangue fuori, andrebbe a farlo congestionare nella gola.

2) Chinarsi in avanti per far defluire il sangue

Istintivamente per cercare di trattenere il sangue verrebbe da tirare indietro la testa, in realtà bisogna fare esattamente il contrario, ovvero chinarsi in avanti per far defluire il sangue tenendo la bocca aperta per evitare che si depositi in gola.

3) Applicare panno freddo o borsa del ghiaccio

Se si vuole cercare di fermare prima l’emorragia si può tentare di applicare un panno freddo o una borsa del ghiaccio in corrispondenza del setto nasale per qualche minuto.

4) Tamponare leggermente la narice

Se il sangue fuoriesce da una sola narice è possibile tamponarla leggermente con le dita più volte per circa 10 minuti. In questo modo si va a stimolare la coagulazione del sangue.

5) Non inserire cotone o garze per tamponare

È meglio evitare di inserire cotone o garze per tamponare la fuoriuscita di sangue, soprattutto se non si hanno a disposizione cose sterili o se non si è prima correttamente lavato il naso. Meglio lasciar fare eventualmente ad un dottore la giusta medicazione.

6) Calmare i bambini cercando di non farli piangere

È facile che i bambini quando vedono fuoriuscire il sangue abbiano una crisi di pianto. Importante però cercare di calmarli in quanto piangendo potrebbe arrivare una maggiore quantità di sangue in gola e creare degli effetti indesiderati come ad esempio episodi di vomito.

7) Attendere che il sangue cessi di fluire

Se si seguono i precedenti accorgimenti, nella maggior parte dei casi il sangue smette di fluire nel giro di pochi minuti. Meglio allora rimanere rilassati e calmi anche se, si sa, la vista del sangue a qualcuno potrebbe dare particolare agitazione e creare preoccupazioni.

8) Non strofinare o soffiare il naso

Una volta terminata l’emorragia, evitate di strofinare o soffiare il naso per fare in modo che la parte non si irriti nuovamente.

9) Se il sangue non si ferma andare al pronto soccorso

In caso il sangue continui ad uscire per oltre 15 minuti è il caso di recarsi al pronto soccorso per verificare la situazione e prendere i dovuti accorgimenti.

10) Fitoterapia contro l’epistassi

Se il sangue dal naso fuoriesce abbastanza frequentemente a causa di una fragilità dei capillari si può prendere in considerazione, nel caso degli adulti, di utilizzare alcune piante officinali in grado di rafforzare le pareti capillari. Tra queste la centella asiatica, l’ippocastano, il rusco e il mirtillo. Chiedete consiglio al vostro erborista di fiducia.

sangue naso infografica

Ricapitolando in caso di sangue dal naso:

Non mettere la testa indietro

• Non sdraiarsi ma stare seduti

• Posizionare la testa in avanti

Comprimere leggermente per 10 minuti la narice interessata

• Calmare il pianto dei bambini

• Non inserire garze o cotone se la cavità nasale non è ben pulita

• Applicare panno freddo o borsa del ghiaccio

• Attendere con calma che il sangue cessi di fluire

Se il sangue non si arresta entro 15 minuti recarsi in pronto soccorso

• Alcune erbe che rinforzano i capillari sono: centella asiatica, ippocastano, rusco e il mirtillo

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook