Sali da bagno come le droghe allucinogene: è allarme in USA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Negli USA è allarme sali da bagno! Ma attenzione a confonderli con le sostanze profumate, dai colori e dall’aspetto rilassante che mettiamo nella vasca da bagno quando vogliamo staccare la spina dallo stress della routine quotidiana. Questi farmaci che hanno cominciato a girare regolarmente negli Stati Uniti l’anno scorso dai sali da bagno prendono il nome in quanto vengono venduti in polvere e cristalli, ma da questi si differenzierebbero in un modo fondamentale: sono usati come droghe ricreative, da sniffare, iniettare o fumare.

Sembra infatti che questi inebrianti sali che si stanno diffondendo in tutti gli USA siano fatti in realtà con delle sostanze chimiche usate per produrre le smart drugs, come mephefedrone e Mdpv, tutte droghe appartenenti alla famiglia del Kath, stimolanti naturali molto diffusi in Africa orientale e nella Penisola Arabica, ma banditi negli Usa.

Le analisi sui sali da bagno sono arrivate dopo alcuni strani episodi, in cui persone normalissime hanno iniziato ad avvertire improvvisamente disturbi psichici, a volte violenti e pericolosi.

sali_da_bagno_USA

A confermarlo è lo stesso dottor Jeffrey Narmi, del Schuylkill Medical Center di Pottsville, in Pennsylvania, che in un’intervista al New York Times ha affermato di aver visto entrare nel suo studio, una dopo l’altra, persone agitate, con gli occhi fuori dalle orbite, in stato di delirio psicotico, tanto che i suoi collaboratori hanno dovuto prendere a schiaffi i pazienti e imbottirli di sedativi prima di riuscire a calmarli. ‘‘Alcuni di questi – ha raccontato il medico – erano completamente sconnessi dalla realtà, in modo veramente grave”.

Alla fine, Narmi ha riscontrato che tutte le persone che erano entrate nel suo studio con questi strani sintomi avevano fatto uso di sali da bagno.

Ma perché emerge solo ora la pericolosità di questi sali? E soprattutto, perché non è vietata la vendita?

Perché la casa produttrice che li ha messi sul mercato Usa ha apposto sulla confezione la dicitura (scritta con carattere minuscolo) “Non destinati all’alimentazione umana”, espediente che ha permesso all’azienda di metterli comunque sul mercato, pur avendo usato sostanze illegali.

Bisogna ricordare che ad oggi sono quasi 30 i Paesi del mondo che hanno messo al bando questi sali da bagno; evidentemente apporre un’etichetta particolare non basta per tutelare la salute dei cittadini!

Un bagno caldo, però non ha mai fatto male a nessuno, anzi! Leggete qui i 10 benefici dei sali da bagno.

Verdiana Amorosi

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook