Perché devi scappare in bagno appena dopo mangiato? È colpa del riflesso gastro-colico!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A volte abbiamo la sensazione che i cibi appena ingeriti siano stati già digeriti, tanto da spingerci ad andare subito in bagno. Ma non è così (e nemmeno stiamo male), è “colpa” del riflesso gastro-colico, che induce il nostro intestino a fare spazio al nuovo cibo in arrivo.

Come spiega Giancarlo Caletti, professore di gastroenterologia ed endoscopia dell’Università di Bologna ora in pensione, il riflesso gastro-colico è uno stimolo della peristalsi intestinale, ovvero quell’insieme di contrazioni della muscolatura liscia del colon in seguito al riempimento dello stomaco conseguente ad un pasto.

Nei soggetti sani questo determina uno stimolo alla defecazione, ma se avvertiamo dolore, diarrea o stipsi, meteorismo (eccesso di gas), e/o distensione addominale siamo forse affetti da “sindrome dell’intestino irritabile”. Nulla di preoccupante ma comunque condizione fastidiosa.

“É un disturbo funzionale – scrive Caletti – ovvero non è associato ad una specifica malattia, ma si presenta in persone con alterata motilità e sensibilità intestinale. Ciò significa che l’intestino è iper-reattivo a numerosi stimoli, come l’alimentazione, lo stress, le emozioni, il periodo mestruale, le infezioni gastrointestinali. È un disturbo assolutamente benigno che non comporta un aumentato rischio di malattie (come il cancro del colon) o una ridotta aspettativa di vita, può però influire negativamente sulle attività di ogni giorno”.

Confine a volte, comunque, molto sottile, influenzato dalla dieta. Alcuni nutrienti infatti facilitano il riflesso gastro-colico, intensificando sintomi associati alla sindrome. Tra questi i FODMAPs, acronimo inglese di ‘Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides And Polyols’, contenuti in numerosi cibi che costituiscono la nostra alimentazione quotidiana.

Chimicamente sono carboidrati a catena corta scarsamente assorbiti dalle pareti intestinali e fermentati dalla flora batterica: questo provoca un aumento di produzione di gas, fattori che scatenano sintomi come meteorismo, dolore e distensione addominale. Oltre che uno stimolo, a volte impellente, di evacuare.

Negli ultimi anni diverse ricerche dimostrano come evitare o fortemente ridurre il consumo di questi nutrienti migliora nettamente la condizione del nostro intestino, riducendo significativamente i fastidi associali alla sindrome del colon irritabile.

A questo proposito l’Università di Harvard consiglia di consumare più spesso questi nutrienti:

  • Latticini: latte senza lattosio, latte di riso, latte di mandorle, latte di cocco, yogurt senza lattosio, formaggi a pasta dura come la feta e il brie
  • Frutta: banane, mirtilli, meloni, pompelmi, kiwi, limoni, arance e fragole
  • Verdure: germogli di bambù, germogli di soia, cavoli cinesi, carote, erba cipollina, cetrioli, melanzane, zenzero, lattuga, olive, pastinache, patate, cipollotti e rape
  • Proteine: manzo, maiale, pollo, pesce, uova e tofu
  • Noci / semi (massimo 10-15 ciascuno): mandorle, arachidi, pinoli e noci
  • Grano: avena, crusca d’avena, crusca di riso, pasta senza glutine, riso, mais, quinoa, riso bianco, farina di mais

Provare per credere!

Fonti di riferimento: Giancarlo Caletti/Università di Bologna / Università di Harvard

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook