@123rf

Repellenti per zanzare: quali funzionano davvero? I migliori tra spray, diffusori e spirali secondo il test francese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Esistono molte soluzioni per proteggersi dalle zanzare, ma non tutte sono efficaci.

Sono tornate le zanzare e, come ogni anno, per proteggere noi e i nostri bambini ricorriamo a diverse tipologie di prodotti dal potere repellente. Ma tutti funzionano ugualmente e sono consigliati? Non proprio. A fare il punto della situazione sono gli esperti della rivista Que Choisir.

In questo periodo sugli scaffali di negozi e supermercati troviamo un’ampia disponibilità di prodotti anti-zanzare: spray da applicare sulla pelle, diffusori da attaccare alla corrente, spirali da bruciare, repellenti per ambienti, braccialetti, ultrasuoni e molto altro.

Ma come orientarsi nella scelta? Gli esperti della rivista francese Que Choisir ci danno dei consigli utili, in base all’efficacia o meno di tali prodotti. Infatti, non tutte le soluzioni proposte per proteggerci dalle zanzare si rivelano davvero utili.

Repellenti classici

Si tratta in particolare dei repellenti cutanei, ovvero di quei prodotti che si applicano sulla pelle e che spesso si presentano sotto forma di spray (attenzione a non spruzzarli direttamente sul viso) anche se ne esistono altre formulazioni in crema o gel.  

Questi prodotti utilizzano principalmente DEET (N, N-dietil-3-metilbenzamide), IR3535, icaridina, citriodiolo, estratti vegetali, citronella o oli essenziali.

Come specifica la rivista:

I prodotti più efficaci sono a base di DEET a concentrazioni del 25 e 30%. Sono raccomandati in tutte le aree dove le zanzare sono a rischio di trasmettere dengue, chikungunya o malaria.

L’ icaridina ha una buona efficacia mentre quella dell’IR3535 dipende dalla composizione del prodotto “un repellente contenente il 20% di IR3535 potrebbe essere efficace, un altro contenente il 35% potrebbe non esserlo“.

Anche l’efficacia del citriodiolo, che può essere indicato anche come PMD o olio essenziale di limone eucalipto (o citriodora), è molto variabile, a seconda della formulazione.

Purtroppo secondo Que Choisir, ad eccezione del citriodiolo, tutti i prodotti erboristici naturali, siano essi estratti, oli essenziali o citronella, non sono in grado di proteggere davvero dalle zanzare.

In realtà, rispetto ad alcuni prodotti naturali, l’ECHA, Agenzia europea per le sostanze chimiche, non concorda tanto da aver autorizzato l’utilizzo di sostanze attive naturali come:

Per approfondire leggi: Repellenti per zanzare: come scegliere i prodotti naturali che funzionano davvero, secondo l’ECHA

Durata della protezione

I produttori generalmente segnalano una protezione di 8 ore e a volte addirittura di più. In realtà, a detta degli esperti della rivista, la durata della protezione è sempre inferiore e varia a seconda dell’individuo e del contesto (pioggia, sudore, ecc.).

La durata media della protezione misurata durante i test di laboratorio è intorno alle 4 ore.

Repellenti alternativi

Tra questi vi sono i braccialetti anti-zanzare, le candele alla citronella, flaconi e spray di essenze vegetali, geranio o citronella, lampade ultraviolette, dispositivi ad ultrasuoni, portachiavi e, più recentemente, anche app antizanzare per smartphone.

Que Choisir su queste opzioni è categorico:

Gli ultrasuoni non funzionano, che si tratti di un dispositivo plug-in, un dispositivo portatile da mettere sul corpo o un’app per smartphone. Nemmeno gli oli essenziali. I braccialetti non prevengono i morsi, nemmeno la candela alla citronella. Per quanto riguarda piante, gerani o simili, non impediranno mai alle zanzare femmine affamate di sangue di mordere.

Per quanto riguarda i braccialetti anti-zanzare, spesso indossati dai bambini, uno studio realizzato sempre da Que Choisir ha mostrato addirittura una loro possibile pericolosità.

Leggi anche: Braccialetti anti zanzare: perché dovresti evitarli per neonati e bambini piccoli

Insetticidi

Sono quei prodotti su base chimica che uccidono le zanzare. Dato che utilizzano principi attivi dannosi per la salute, dovrebbero essere usati con moderazione (se non proprio evitati, aggiungiamo noi).

Bombolette spray

Le bombolette spray che contengono un insetticida della famiglia dei piretroidi sono estremamente efficaci. In etichetta, nel paragrafo “Composizione”, queste sostanze sono identificate dal nome che termina in “thrin” (transflutrin, tetrametrina, ecc.).

Diffusori elettrici

I diffusori elettrici a volte sono efficaci, a volte meno, dipende dalla loro composizione, anche se tutti usano anche i piretroidi come sostanza insetticida. Il problema è che diffondono queste sostanze continuamente e se li teniamo in camera da letto le respiriamo tutta la notte. Da usare con moderazione e criterio dunque.

Spirali da bruciare

Le spirali che contengono una molecola della famiglia dei piretroidi sono efficaci ma vanno usate esclusivamente all’aperto e affinché funzionino bene bisogna stare nelle immediate vicinanze. 

Piastrine a lunga durata

Esistono repellenti per la casa di lunga durata da mettere su un mobile. L’efficacia di quelli a base citronella  è molto bassa.

LED o ultrasuoni

I dispositivi LED o ad ultrasuoni non sono efficaci.

Fonti: Que Choisir 

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook