A Torino impiantano protesi aortica mentre il paziente è sveglio, è la prima volta!

Protesi aortica operazione

Un paziente è stato operato da sveglio per l’impianto di una protesi aortica e in Italia è la primissima volta che viene eseguito un intervento simile. Affetto da una patologia congenita, il 53enne stava aspettando un trapianto di rene ma proprio sul punto di venire operato, i medici gli hanno scoperto una nuova malattia denominata stenosi aortica.

Trattasi di una malattia cardiaca a carico della valvola del cuore, che impedisce il passaggio del sangue verso il resto del corpo. Per guarire, la valvola va necessariamente sostituita e ad oggi l’operazione avviene normalmente tramite la tecnica TAVI, che prevede l’impianto di protesi attraverso le arterie della gamba.

Peccato che nel caso del 53enne non fosse possibile procedere in questo modo a causa della dialisi a cui era sottoposto da anni, avendo quest’ultima danneggiato le arterie periferiche e l’aorta.

Ecco che allora i medici dell’Heart Team dell’ospedale Molinette di Torino, aiutati dalla tecnologia della nuova Sala ibrida, hanno ben pensato di eseguire l’operazione attraverso l’arteria carotide, tramite il collo, con il paziente in anestesia locoregionale.

Per l’Italia è la prima volta e sicuramente non l’ultima, dato che si tratta di una tecnica innovativa decisamente promettente, che arriva dalla Francia, per trattare patologie cardiache e vascolari. E pensare che subito dopo l’intervento, non si è nemmeno resa necessaria la terapia intensiva e sono bastati 3 giorni per dimettere il paziente.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Fonte: Facebook

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

Hipp

Cosa si nasconde davvero dietro ai prodotti biologici: viaggio nella biofattoria di Hipp

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Orticolario 2019

Torna la mostra dedicata a chi vive la natura come stile di vita

dobbiaco

tuvali
seguici su Facebook