Prostata: 20 sintomi da non sottovalutare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La prostata è una ghiandola che fa parte del sistema riproduttivo maschile e che dunque hanno solo gli uomini. Si tratta di un organo molto delicato spesso soggetto ad infezioni e infiammazioni. Vediamo allora quali sono i sintomi da non sottovalutare per evitare di trovarsi alle prese con una prostatite o altre patologie a carico della prostata.

In condizioni normali la prostata è una ghiandola grande come una castagna che produce una parte del liquido seminale utile a nutrire e far funzionare al meglio gli spermatozoi. Con l’avanzare dell’età, ma anche a causa di alcune patologie che la coinvolgono, la prostata può ingrossarsi o ammalarsi.

Leggi anche: TUMORE ALLA PROSTATA: FARE TANTO SESSO FA BENE E ALLONTANA IL RISCHIO
Si può essere ad esempio colpiti da diverse tipologie di prostatite sia di origine batterica che non ma anche da un ingrossamento anomalo della prostata (ipertrofia prostatica benigna) o ancora da un vero e proprio tumore (questo tipo di cancro è il più frequente nel sesso maschile). A seconda del problema si possono avvertire diversi sintomi che di solito vengono raggruppati in 4 categorie: dolorosi, urinari, della sfera sessuale e della sfera riproduttiva.

prostata infografica

SINTOMI DA NON SOTTOVALUTARE

Ecco 20 sintomi da non sottovalutare che possono indicare problemi alla prostata:

1) Sensazione di non avere mai la vescica vuota

2) Problemi ad urinare

3) Urina che gocciola alla fine della minzione

4) Bruciore durante la minzione

5) Bruciore al pene

6) Dolore al pube

7) Sensazione di fastidio ai testicoli

8) Dolore nella zona del perineo

9) Dolore nell‘interno coscia

10) Dolore nella bassa schiena

11) Problemi di erezione

12) Diminuzione del desiderio sessuale

13) Eiaculazione precoce

14) Eicaulazione ridotta

15) Fastidi durante l’eiaculazione

16) Fastidi post eiaculazione

17) Sensazione di tremore nell’ano

18) Fuoriuscita di pus dal pene

19) Febbre

20) Infertilità

Nel caso accusiate qualche sintomo tra quelli sopraelencati è bene fare un salto dal proprio medico di base che prescriverà una serie di accertamenti volti ad individuare lo stato di salute della prostata. Come sempre, è meglio prendere in tempo eventuali problematiche in modo tale da poterle risolvere più facilmente e in minor tempo.

prostata infografica2

Fondamentale anche in questo caso agire in prevenzione. Tutti gli uomini dovrebbero monitorare in maniera regolare la funzionalità e la salute della propria prostata anche in assenza di sintomi, può accadere infatti che nelle fasi iniziali le patologie siano asintomatiche e solo con il tempo, peggiorando, tendano a dare segnali della loro presenza. Per questo gli urologi consigliano agli uomini che hanno superato i 50 anni una visita ogni anno.

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook