Prorogate fino al 13 aprile le misure restrittive. L’annuncio in Senato del ministro Speranza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Già lo sapevamo ma ora è arrivata la conferma ufficiale: almeno fino al giorno di Pasquetta (lunedì 13 aprile) sono confermate in tutta Italia le misure restrittive attualmente in vigore.

“E’ dalle indicazioni del comitato tecnico scientifico che scaturisce la decisione del governo di confermare fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione delle attività economiche e sociali e degli spostamenti individuali precedentemente adottati”

Lo ha dichiarato nell’informativa al Senato, il ministro della Salute, Roberto Speranza che ricorda a tutti che, anche se i dati che riguardano l’epidemia iniziano a migliorare, l’allarme non è cessato e dobbiamo continuare a collaborare, evitando di cedere proprio ora con il rischio di vanificare i tanti sacrifici fatti.

“Non dobbiamo commettere errori adesso, e quindi dico ‘attenzione ai facili ottimismi’, perché c’è il rischio di compromettere tutti i sacrifici, non dobbiamo confondere i primi segnali positivi come un segnale di cessato allarme” ha poi aggiunto il ministro.

Secondo quanto riportato in aula al Senato, la ripresa sarà come tutti ci aspettiamo “graduale e prudente”, dovremmo gestire una fase di transizione e proprio per stabilire i termini migliori della tanto attesa ritrovata normalità “sono al lavoro gli scienziati”.

Altro punto importante del discorso del ministro Speranza è quello che riguarda il sistema sanitario per il quale sottolinea la necessità di un investimento strategico:

“Il Servizio sanitario è il patrimonio più prezioso che possa esserci: su di esso dobbiamo investire con tutta la forza che abbiamo. È la cosa che conta di più. Dobbiamo assumere come principale tema della ripartenza nazionale l’investimento strategico sulla salute. Siamo stati costretti a concentrare grandissima parte delle nostre risorse nella lotta contro il coronavirus e sarà così ancora per tanto tempo. Ma anche i malati cronici, come gli oncologici e di altre patologie, come quelle rare, meritano la massima attenzione e dovremmo su di loro costruire specifiche politiche per la fase che verrà. (…) Dobbiamo uscire da questa crisi più forti di come ci siamo entrati ” ha dichiarato in conclusione del suo intervento.

Nel seguente video potete vedere il passaggio più importante del discorso di Speranza in Senato.

 

Fonte di riferimento: Senato Tv

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook