La polvere delle nostre case ci fa ingrassare. La nuova conferma

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alcune sostanze chimiche presenti nella polvere domestica promuovono lo sviluppo di cellule adipose e ci fanno ingrassare. La nuova ricerca

Avete messo su qualche chilo, ma non è cambiato niente nella vostra alimentazione e continuate a fare attività fisica? La colpa potrebbe essere della polvere che si accumula in casa e che ha un impatto negativo sul sistema endocrino.

È la nuova ipotesi avanzata da uno studio presentato all’Assemblea annuale della Endocrine Society dalla Nicholas School of the Environment della Duke University, secondo cui alcune sostanze chimiche presenti nella polvere domestica promuovono lo sviluppo di cellule adipose.

Le sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino presenti nel pulviscolo di casa nostra, in pratica, portano alla formazione di cellule grasse e contribuirebbero al sovrappeso anche nei bambini. Il gruppo di scienziati è giunto a questa conclusione dopo aver esaminato l’effetto di miscele chimiche isolate di polvere domestica, sulla scia di una ricerca già effettuata nel 2017 dalla stessa Duke University, che aveva dimostrato come le esposizioni chimiche possono favorire l’accumulo di trigliceridi, un tipo di grasso presente nel sangue, e un aumento dell’obesità.

Lo studio

Dopo aver raccolto 194 campioni di polvere di alcune case nella Carolina del Nord centrale, gli studiosi hanno estratto ed esaminato le sostanze chimiche in essa contenute. Il risultato è stato sorprendente: concentrazioni anche molto basse di estratti in polvere potrebbero già favorire la proliferazione e lo sviluppo delle cellule adipose.

Abbiamo scoperto che due terzi degli estratti di polvere erano in grado di promuovere lo sviluppo delle cellule di grasso e per metà in grado di promuovere la proliferazione dei precursori delle cellule di grasso a 100 microgrammi, o circa 1.000 volte più bassi di quelli che i bambini consumano quotidianamente”, ha detto Christopher Kassotis, che ha guidato la ricerca.

Successivamente, di 100 sostanze chimiche della polvere è stata analizzata la relazione con il grado di sviluppo delle cellule di grasso. Circa 70 delle sostanze chimiche, tra cui gli ftalati, hanno avuto una relazione positiva con lo sviluppo di cellule adipose indotte dalla polvere e circa 40 erano correlate allo sviluppo di cellule adipose precursori.

Il problema principale sta nel fatto che spesso si tratta di sostanze chimiche presenti ovunque, dalle vernici ai giocattoli ai detersivi. È per questo che, dicono gli esperti, il passo successivo è lo studio di questi prodotti chimici, tra cui detergenti per indumenti, detergenti, vernici e cosmetici, per determinare quali siano legati all’obesità.

polvere2

Lo studio non specifica se l’impatto di queste sostanze chimiche sia lo stesso negli adulti, ma contrastarle potrebbe essere un buon modo per prevenire l’obesità infantile. La soluzione? Continuare con la sana abitudine di passare l’aspirapolvere in casa almeno una volta al giorno per evitare che la polvere renda tutto più complicato!

Sull’argomento ti potrebbe interessare anche:

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook