Come sono i polmoni di un fumatore? Il confronto con polmoni sani in un video

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I polmoni dei fumatori? Deboli, scuri, malati e perennemente infiammati. Un’infermiera americana li ha messi a confronto quelli di una persona sana non fumatrice e il risultato è agghiacciante. Una sigaretta, infatti, non contiene soltanto tabacco, ma anche una serie di sostanze chimiche che possono essere estremamente dannose per tutto l’organismo e per i polmoni in particolare.

Ed è proprio quello che ha voluto dimostrare Amanda Eller, un’infermiera della Carolina del Nord che sul suo profilo Facebook ha pubblicato (vedi sotto) uno scioccante video esplicativo in cui, in seguito a un esame autoptico, mette a confronto i polmoni malati di cancro (dopo aver fumato 1 pacchetto al giorno per 20 anni) con quelli in salute di un non fumatore.

La prima cosa che salta all’occhio? Il colore degli organi: praticamente neri quelli malati, di carne viva quelli sani. E non solo, a venire in evidenza è anche la loro funzionalità: quelli impregnati di fumo rispondono decisamente con più fatica alle sollecitazioni tramite una pompa.

Non ci è voluto molto perché il video facesse il giro del mondo e conquistasse più di 10mila like e circa 600mila condivisioni, oltre a una pioggia di commenti di persone che hanno ringraziato l’infermiera per aver pubblicato questo materiale.

Perché il fumo di sigaretta fa male ai polmoni

Innanzitutto, con il fumo di sigaretta subisce gravi danni tutto l’apparato respiratorio, favorendo lo sviluppo di infezioni di vario genere e l’insorgere di patologie respiratorie.

A livello polmonare, il fumo e le specie radicaliche dell’ossigeno in esso contenute portano a un’infiammazione cronica e perenne per l’accumulo continuo di neutrofili, di macrofagi e di altre cellule del sistema immunitario.
Questo stato infiammatorio può portare alla broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) che interessa bronchi e polmoni ed è caratterizzata dall’ostruzione delle vie respiratorie e da una riduzione della funzionalità polmonare.

La BPCO, però, non costituisce l’unico rischio per la salute dei polmoni dei fumatori, ma anche le sostanze cancerogene presenti nel fumo favoriscono lo sviluppo di diversi tipi di tumore al polmone.

Insomma, assolutamente nulla di buono per chi fuma. Smettere di fumare è l’unica cosa che può salvare i nostri polmoni e la nostra salute in generale. Qui 10 rimedi naturali che aiutano a togliere il vizio della sigaretta.

Leggi anche:

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook