Il sonnellino a metà giornata? Fa bene anche al cuore!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pisolino che desiderio! Se c’è una cosa che veramente ristora è quella pennichella pomeridiana, quando – se puoi! – schiacci quel sonnellino ristoratore appena comincia il pomeriggio. E non solo: una dormitina a metà giornata potrebbe ridurre la pressione sanguigna e prevenire un futuro attacco di cuore nei soggetti ipertesi.

A sostenerlo è una ricerca effettuata dalla European Society of Cardiology e presentata a una conferenza internazionale a Londra.

I ricercatori hanno analizzato il rapporto tra i pisolini e la pressione sanguigna di 386 pazienti ipertesi e hanno appurato come effettuare una pausa durante una giornata di lavoro possa servire a riportare i valori nella norma. In più, chi già d’abitudine si addormentai per almeno un’ora nel pomeriggio, soffre di minori danni fisici alle arterie e al cuore.

L’autore principale della ricerca, il cardiologo greco Manolis Kallistratos, sottolinea come “con il pisolino la pressione si abbassi di poco, ma comunque di un valore fondamentale per ridurre notevolmente i problemi“.

La pressione, infatti, si riduce di circa il 5%, mentre il rischio di avere problemi cardiovascolari scende di oltre il 10 punti percentuali. Questi valori, pur sembrando bassi, sono comunque fondamentali per ridurre le probabilità di avere un attacco cardiaco o altri tipi di complicazioni al cuore.

Già altri studi avevano sostenuto l’importanza del riposino. Anche se breve, per esempio, il pisolino è anche in grado di ripristinare i livelli degli ormoni del corpo e delle proteine che combattono lo stress e nel contempo agisce sul corretto funzionamento del sistema immunitario. Il sonnellino pomeridiano, infine, si rivela la soluzione ideale per chi non riesce a garantirsi le necessarie ore di riposo notturno.

Insomma, staccare per un po’ la spina a metà giornata non fa altro che bene e già mettervi comodi su un divano o su una poltrona dà i suoi benefici. Buona pennichella a tutti!

Germana Carillo

LEGGI anche:

Pisolino ristoratore: bastano 30 minuti per recuperare una notte insonne?

Ador, la cittadina spagnola in cui la siesta pomeridiana è obbligatoria

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook