Occhio ai cosmetici in gravidanza: i parabeni entrano nella placenta (e favoriscono l’obesità nei bambini)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Utilizzare in gravidanza cosmetici che contengono parabeni, può favorire sovrappeso e obesità nei bambini.

È ciò che emerge da un recente studio che ha esaminato l’effetto dell’esposizione prenatale ai parabeni sul sovrappeso infantile.

I ricercatori della società scientifica Helmholtz di Lipsia hanno monitorato 629 madri preventivamente sottoposte a un questionario per sapere quali cosmetici avevano usato le donne durante la 34esima settimana di gestazione.
Dopodiché, hanno evidenziato che le future mamme che avevano utilizzato cosmetici conservati con i parabeni presentavano concentrazioni elevate di butylparaben nelle urine.

I bambini, e soprattutto le bambine, nati da queste donne hanno mostrato una maggiore tendenza al sovrappeso nei primi otto anni di vita.

I parabeni sono conservanti ampiamente utilizzati in diversi prodotti, soprattutto cosmetici, come shampoo, creme, deodoranti.
Negli ultimi anni si è ampiamente discusso sui potenziali effetti negativi sulla salute legati all’esposizione di basse dosi di parabeni.

Poiché l’obesità infantile è ormai diffusa in modo preoccupante nella maggior parte dei paesi sviluppati e continua ad aumentare a livello globale, i ricercatori sono da tempo impegnati a studiare i fattori ambientali che influiscono sull’aumento di peso nei più piccoli.

Sovrappeso e obesità colpiscono infatti circa un terzo dei bambini in Europa e in Nord America. Chiaramente, i fattori che contribuiscono maggiormente all’aumento di peso sono rappresentati da un elevato apporto calorico attraverso gli alimenti e da uno stile di vita sedentario, oltre che da una predisposizione genetica.

Secondo i ricercatori però questi fattori da soli non possono spiegare un aumento tanto rapido dei tassi di obesità a livello globale, dunque lo studio di altri fattori ambientali ha suscitato una crescente attenzione nella comunità scientifica.

Tra i fattori ambientali, i ricercatori si sono concentrati sui parabeni, in quanto sostanze chimiche capaci di interferire con il sistema endocrino durante lo sviluppo del feto, perturbando lo sviluppo fetale con effetti a lungo termine sulla salute.

I parabeni possono penetrare nell’organismo attraverso la pelle, superare la barriera tra sangue e placenta e alterare i meccanismi che regolano l’appetito, predisponendo i futuri nati a sovrappeso e obesità.

Come difendersi? Leggendo con attenzione le etichette dei prodotti prima di acquistarli e scegliendo cosmetici che non contengono tali composti. Molte aziende cosmetiche hanno deciso di rinunciare all’uso di questi conservanti, sostituendoli con altre sostanze meno pericolose. Nei cosmetici, i conservanti sono generalmente indicati in fondo alla lista INCI, obbligatoria per tutti i cosmetici in commercio: i parabeni sono riconoscibili per il suffisso -paraben.

Fonte di riferimento: Nature Communications

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook