L’amore fa ubriacare: l’ossitocina ha gli stessi effetti dell’alcol

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Innamorati come foste ubriachi. Inebriati, spaesati, rapiti. È l’ormone dell’amore, l’ossitocina, che ci rende coccoloni ed empatici, ma anche aggressivi e arroganti. Già, perché pare che l’altra faccia della medaglia di questa tempesta di cuoricini sia litigiosità a tutto spiano, esattamente come può accadere con l’alcol.

Ad affermarlo sono i ricercatori dell’Università di Birmingham, che in uno studio dimostrano come le due sostanze – ossitocina e alcol – possano agire in maniera molto simile sul cervello umano. In pratica, il tanto decantato “ormone dell’amore” ci riserva un lato oscuro. E ti pareva.

Quello che sinora si è saputo dell’ossitocina, un neuropeptide prodotto nell’ipotalamo, è che in genere svolge un ruolo importante nel parto, nella formazione del legame materno e delle relazioni romantiche ed è fondamentale nel determinare le nostre interazioni sociali. In pratica, con l’ossitocina siamo più altruisti, generosi e fiduciosi e si inibiscono nel contempo paura, ansia e stress.

Quello che ora hanno fatto gli studiosi inglesi è stato esaminare i risultati di alcuni studi precedenti, che avevano analizzato l’influenza cerebrale di alcolici e ossitocina insieme, scoprendo che entrambi i composti possono agire sulle strutture corticali limbiche e prefrontali, aumentando la trasmissione dell’acido gamma-aminobutirrico (Gaba). Cosa vuol dire? Che con l’ossitocina si ha un potenziale di aggressività e presunzione al pari di un drink.

Si tratta di “circuiti neurali che controllano il modo in cui percepiamo lo stress o l’ansia, soprattutto nelle situazioni sociali, come ad esempio le interviste, o il dover chiedere a qualcuno che ci piace di uscire“, spiega Ian Mitchell, uno degli autori dello studio.

Insomma, anche l’ossitocina somministrata come spray nasale pare provochi un effetto simile all’alcol, dicono i ricercatori, che però raccomandano di non ricorrere a simili espedienti per affrontare momenti difficili.

Al di là di una seppur improbabile alternativa all’alcol, l’ossitocina potrebbe piuttosto avere un potenziale nel trattamento psicologico e psichiatrico. Staremo a vedere quante altre sorprese ci riserva l’ormone dell’amore!

Germana Carillo

LEGGI anche:

Ansia: le nuove terapie saranno a base di ossitocina?

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook