@surabky/123rf

Svolta storica nella lotta contro la malaria: l’OMS approva il primo vaccino per i bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

C’è una parte del mondo, l’Africa, che aspettava questa parola che invece a noi, che viviamo in quest’altra parte ricca e pomposa, quasi fa il solletico: vaccino

Potrebbe salvare decine di migliaia di bambini in Africa, quelli che più di tutti possono essere colpiti da un’infezione grave e mortale: la malaria. Oggi l’Organizzazione mondiale della sanità segna un passo storico e dà il via libera al vaccino per la prevenzione nei più piccoli.

Si tratta dell’RTS, S/AS01 (chiamato anche Mosquirix) prodotto dall’azienda farmaceutica GlaxoSmithKline. Ha effetto su tutte le malattie parassitarie e nel caso della malaria agisce contrastando il Plasmodium falciparum, il più mortale e diffuso dei suoi cinque agenti patogeni.

Leggi anche: La scioccante foto di una bambina yanomami pelle e ossa mostra tutto l’oblio in cui si trovano le popolazioni indigene in Brasile

Secondo l’OMS, circa il 90% dei casi di malaria nel mondo e il 92% dei decessi avvengono proprio nella Regione africana. Si tratta di Paesi a basse risorse dove le strutture e i mezzi per la risposta alla malaria sono carenti e dove la diffusione della malattia contribuisce a mantenere un circolo vizioso che alimenta disagio e povertà. I bambini sotto i 5 anni sono particolarmente esposti e più suscettibili allo sviluppo di forme gravi della malattia. Più dei due terzi (70%) di tutti i decessi per malaria si verificano in questa fascia di età e, nonostante il numero di decessi sia diminuito da 440 mila nel 2010, la malaria rimane una delle principali cause di malattie infantili e di morte nell’Africa subsahariana.

Più di 260mila bambini africani di età inferiore ai cinque anni muoiono di malaria ogni anno.

Per secoli, la malaria ha perseguitato l’Africa subsahariana, causando immense sofferenze personali – dice il dott. Matshidiso Moeti, direttore regionale dell’OMS per l’Africa. Abbiamo a lungo sperato in un vaccino efficace contro la malaria e ora, per la prima volta in assoluto, abbiamo tale un vaccino raccomandato per un uso diffuso. La raccomandazione di oggi offre un barlume di speranza per il continente che sopporta il fardello più pesante della malattia e ci aspettiamo che molti più bambini africani siano protetti dalla malaria e diventino adulti sani.

Vaccino contro la malaria RTS, S/AS01, come funzionerà

L’OMS raccomanda che, nel contesto del controllo completo della malaria, il vaccino antimalarico RTS,S/AS01 sia utilizzato per la prevenzione della malaria da P. falciparum nei bambini che vivono in regioni a trasmissione da moderata ad alta, come definito dall’OMS stessa.

Il vaccino contro la malaria RTS,S/AS01 dovrebbe essere somministrato in un programma di 4 dosi nei bambini dai 5 mesi di età per la riduzione della malattia e del carico di malaria.

In fase di sperimentazione, il vaccino è stato testato in Kenya, Malawi e Ghana, dove è stato integrato nei programmi di immunizzazione locali con una somministrazione in quattro dosi a partire dai bambini di cinque mesi. In questi tre Paesi sono state somministrate complessivamente oltre 2,3 milioni di dosi.

Uno studio del 2020 ha stimato che se il vaccino fosse distribuito nei Paesi con la più alta incidenza di malaria al mondo, potrebbe prevenire 5,4 milioni di casi e 23mila decessi di bambini di età inferiore ai cinque anni, ogni anno.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: OMS

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook