Miele d’oro: l’antibiotico naturale a base di curcuma per tosse e raffreddore

Come preparare il miele d’oro alla curcuma, il miglior antibiotico naturale contro tosse e raffreddore

Molti di voi avranno ormai provato il latte d’oro o golden milk a base di curcuma, ma sapete che esiste un altro ottimo rimedio che si realizza a partire da questa spezia? Si tratta del miele d’oro, ecco come prepararlo e utilizzarlo in caso di tosse e raffreddore.

La combinazione curcuma-miele ha un’efficace attività antinfiammatoria, antibatterica e antivirale, non solo aiuta a combattere i microrganismi responsabili dei disturbi stagionali ma sostiene anche le naturali difese del nostro corpo.

I benefici della curcuma, ormai lo sappiamo, sono dovuti alla presenza di un importante principio attivo come la curcumina, polifenolo a cui sono attribuite oltre 150 potenziali attività terapeutiche, tra cui il potere antiossidante, quello antinfiammatorio e antitumorale.

{index ordered=”false”}

Ma come utilizzarla a beneficio della nostra salute? Ad esempio sperimentando il miele d’oro…

La ricetta del miele d’oro

La ricetta per preparare questo rimedio naturale è davvero semplicissima ed economica. Offre inoltre il vantaggio di conservarsi facilmente in un barattolo di vetro per 3 giorni, il tempo generalmente necessario a riprendersi grazie all’azione antinfiammatoria combinata di miele e curcuma.

Ingredienti:

  • 100 grammi di miele grezzo biologico (o miele di tarassaco per i vegani)
  • 1 cucchiaio di curcuma

Preparazione

In un barattolo di vetro versate miele e curcuma, mescolando per bene e creando così una miscela omogenea. Conservate in luogo fresco e asciutto e assumete al bisogno.

miele oro1

Foto: healthyfoodhouse

Quando e come assumere il miele d’oro

Ai primi sintomi di influenza, mal di gola, tosse o raffreddore bisogna iniziare subito ad assumere il miele d’oro in maniera continuativa per 3 giorni secondo il seguente schema:

  • Giorno 1: prendi mezzo cucchiaino di miscela ogni ora nel corso della giornata
  • Giorno 2: mantieni la stessa dose ma abbi cura di assumerla ogni due ore
  • Giorno 3: prendi il rimedio 3 volte al giorno

Generalmente trascorso questo tempo si nota già un netto miglioramento.

Sarebbe bene far sciogliere miele e curcuma in bocca fino a completa dissoluzione. Si può usare anche in forma preventiva un cucchiaino per 3 volte al giorno per una settimana.

Avvertenze

Miele e curcuma sono due prodotti naturali non privi di possibili effetti collaterali. Il miele è sconsigliato a chi soffre di diabete o deve tenere sotto controllo la glicemia mentre dovrebbe evitare di assumere curcuma chi soffre di calcoli alla colecisti o problematiche alle vie biliari. In caso si faccia uso di farmaci, meglio sempre chiedere prima il benestare del proprio medico, in particolare la curcuma può andare ad interagire pericolosamente con alcuni di essi.

Interessante conoscere anche altri rimedi a base di curcuma che vi abbiamo consigliato:

Contro tosse e raffreddore potete sperimentare poi altri rimedi naturali:

Qui la ricetta del Golden Milk, o latte d’oro

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Izanz

Piretro: l’insetticida naturale contro le zanzare

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook