La meditazione aiuta a ridurre il dolore fisico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sconfiggere il dolore fisico senza farmaci e in modo assolutamente naturale? Con la meditazione si può! Secondo una ricerca del Wake Forest Baptist Medical Center del North Carolina (Usa), pubblicata sul Journal of Neuroscience di questo mese, la meditazione – oltre a produrre effetti benefici sulla mente e sul corpo, riducendo lo stress e le tensioni della routine quotidiana – contribuisce ad affievolire le sensazioni di dolore fisico.

Come? Con semplici esercizi! Grazie ad alcune tecniche di rilassamento e concentrazione infatti, il nostro corpo può arrivare a percepire il dolore in modo più attenuato, proprio come quando si assumono dei farmaci antinfiammatori. E a volte ha risultati anche migliori rispetto a quelli che si ottengono con i medicinali.

I ricercatori americani hanno effettuato un test su 15 volontari, che non avevano mai avuto esperienze di meditazione. I soggetti testati sono prima stati sottoposti ad un’induzione di dolore attraverso una sonda termica di 50 gradi e poi costantemente monitorati grazie alla risonanza magnetica.

Una volta raggiunta la piena fase di dolore, i soggetti testati hanno seguito 4 lezioni di meditazione da 20 minuti l’una, durante le quali hanno praticato tecniche di concentrazione focalizzata su pensieri, emozioni, situazioni e respiro.

Come è andata a finire?
Dopo il breve corso di meditazione, il dolore dei 15 volontari è diminuito dall’11% al 91%. Insomma, in alcuni casi il dolore è quasi praticamente scomparso senza ricorrere ai classici medicinali.

Ad evidenziare il cambiamento di percezione del dolore è la corteccia somatosensiorale, che prima della meditazione era in piena attività, mentre dopo ha subito un’evidente riduzione.

Una delle ragioni per cui la meditazione può essere stata così efficace nel bloccare il dolore – ha detto Fadel Zeidan, autore principale dello studio – è che non ha funzionato in un solo luogo nel cervello, ma ha invece ridotto il dolore a più livelli di elaborazione“.

Insomma, prima di imbottirci di farmaci….meditate gente, meditate…!

Verdiana Amorosi

Leggi tutti i nostri articoli sulla meditazione

Per l’abstract della ricerca clicca qui

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook