Matrimonio: e’ buono per il cuore, lo dice uno studio americano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il matrimonio protegge il cuore riducendo il rischio cardiovascolare soprattutto fino ai 50 anni. È quello che sostiene uno studio condotto alla New York University, Langone Medical Center e presentato a Washington all’American College of Cardiology.

La curiosa ricerca, coordinata da Carlos Alviar, ha monitorato più di 3 milioni e mezzo di persone (dai 21 ai 102 anni) con diversi stati di famiglia: sposati per il 69%, divorziati, vedovi o single, in percentuali minori. I ricercatori hanno analizzato gli esami relativi a queste persone in particolare ci si è concentrati sulla salute delle arterie nelle diverse zone del corpo: gambe, cuore, cervello, ecc.

Cosa si è visto? Le persone sposate avevano un rischio minore (-12%) di contrarre malattie cardiovascolari soprattutto se erano ancora in giovane età (meno di 50 anni). I rischi maggiori invece sono stati correlati alle persone divorziate o vedove.

I benefici del matrimonio, secondo la ricerca, iniziano ad abbassarsi dopo i 50 anni: si parla di un 7% in meno di rischio cardiovascolare tra i 51 e i 60 anni e di un meno 4% dopo i 61 anni.

«Questi risultati non devono certamente spingere la gente a sposarsi, ma è importante sapere che le decisioni relative alla propria vita privata possono avere importanti implicazioni per la salute vascolare», ha sottolineato Alviar riguardo ai risultati della sua ricerca.

Ma da cosa poi effettivamente dipenderebbero i benefici del matrimonio sulla salute? Su questo non c’è certezza e le ipotesi sono diverse: forse è perché in due si hanno maggiori capacità economiche, ci si aiuta reciprocamente nella quotidianità (problemi di salute compresi), si gode di stabilità affettiva, ecc. Ma allora basterebbe anche una semplice convivenza?

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– I 10 alimenti amici del cuore

– Vitamina D: la carenza è un fattore di rischio per il cuore. È bene prendere il sole

– Cuore più sano con un semplice sugo di pomodoro

– Matrimonio sostenibile: dall’abito in canapa al bouquet in cartapesta, ecco le nozze eco-friendly

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook