Marijuana: l’ormone contro la dipendenza e l’assalto ai coffee shop di Denver

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Due gruppi di ricerca INSERM, guidati da Pier Vincenzo Piazza e Giovanni, hanno scoperto di recente che il pregnenolone, una molecola prodotta dal cervello, agisce come un meccanismo di difesa naturale contro gli effetti nocivi della cannabis.

Il pregnenolone impedisce al THC, il principale principio attivo della cannabis, di attivare pienamente il suo recettore del cervello, il recettore CB1, che quando viene sovrastimolato provoca gli effetti inebrianti tipici dell’assunzione della cannabis. Identificando questo meccanismo, i team INSERM stanno già sviluppando nuovi approcci per il trattamento della dipendenza da cannabis.

LEGALIZZAZIONE MARIJUANA – Intanto, negli Usa è boom di clienti per i coffee shop sono stati letteralmente presi d’assalto dal primo gennaio 2014, giorno in cui la vendita e il consumo della marijuana sono diventati legali in tutto il Colorado. Le lunghe code e le ore di attesa sotto la neve e il vento gelido non hanno fermato gli acquirenti dei 24 negozi aperti nello Stato Usa Mercoledì.

È così che il mondo ha salutato il nuovo anno guardando il Colorado presentare la prima industria del mondo moderno completamente legale di marijuana, dove la ricetta medica non è necessaria (come in 18 stati e Washington, DC) e ogni cittadino può arrivare a possedere fino a 28 grammi, oltre che coltivare fino a sei piante per uso personale.

L’AUMENTO DEI PREZZI – Gli unici problemi segnalati sono stati gli aumenti dei prezzi. Non esiste, infatti, una struttura dei prezzi in tutto lo Stato, così, da metà pomeriggio, la marijuana è costata fino a 70 dollari per tre grammi. Il giorno prima i pazienti che fanno uso di marijuana medica avevano speso 25 dollari per lo stesso importo. E se in Primavera anche il vicino stato di Washington seguirà l’esempio del Colorado, gli occhi restano puntati sull’Uruguay, che ha pienamente legalizzato la marijuana, ma non ha ancora istituito il proprio sistema.

Roberta Ragni

LEGGI ANCHE:

Uruguay, primo Paese a legalizzare produzione e consumo di marijuana

Legalizzazione della Marijuana: quali conseguenze per l’ambiente?

Marijuana: presto una catena di negozi e un marchio nazionale negli Usa

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook