Un anticorpo contro il mal di testa cronico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un anticorpo contro il mal di testa cronico. Non fantascienza ma pura realtà: un farmaco “inietterà” degli anticorpi monoclonali per sconfiggere l’emicrania. Come?

È stato spiegato a Napoli, durante il congresso nazionale della Società Italiana di Neurologia, dove è stata illustrata la terza fase della sperimentazione proprio degli anticorpi monoclonali che agiscono contro la cosiddetta molecola Cgrp, quella che va ad accumularsi in determinate aree del cervello quando una persona ha un’emicrania in atto.

Da qui un farmaco, ora in fase di sperimentazione, che durante gli attacchi di mal di testa sarà in grado di rilasciare questi anticorpi per poi farli tornare normali una volta che l’attacco di emicrania è terminato. Grazie agli anticorpi monoclonali che agiscono contro questi recettori sarebbe possibile ridurre la frequenza degli attacchi di mal di testa fino al 70% grazie a un’iniezione sottocutanea da fare ogni mese.

L’emicrania cronica colpisce i pazienti per 15 giorni al mese e, secondo l’Oms, è la sesta malattia più invalidante. In Italia il 12% della popolazione soffre di emicrania e di questi il 4% ha la forma cronica, quindi circa 250mila persone.

Parliamo di pazientispiega Gioacchino Tedeschi, direttore del centro Cefalee dell’ateneo e presidente eletto della Società di Neurologia – che per 15 giorni al mese non possono andare a lavorare. Se la sperimentazione andrà bene avranno un terapia con una iniezione sottocute al mese per un anno, poi si calibrerà il resto della terapia studiando gli effetti. In questo momento sono allo studio 4 diversi anticorpi monoclonali, 3 di questi sono in sperimentazione presso il nostro Centro con risultati ottimi: uno di questi anticorpi riduce in media del 70 % la frequenza e l’intensità degli attacchi di emicrania cronica con una sola iniezione sottocute ogni mese”.

Sul mal di testa puoi leggere anche:

Una speranza per chi soffre di questo invalidante disturbo. Intanto, tutt* noi sappiamo bene che il ricorso regolare ai farmaci deve essere sempre calibrato alle proprie esigenze e sempre sotto sorveglianza di uno specialista. Per molti tipi di mal di testa potete sempre comunque ricorrere a svariati rimedi naturali per il mal di testa.

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook