Mal di schiena e cervicale: può essere colpa dello smartphone

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Siete sempre incollati al vostro smartphone? Fate attenzione, questo a lungo andare può portarvi ad accusare (o peggiorare) problemi alla schiena e al tratto cervicale. A rivelarlo è una ricerca americana.

Secondo gli studiosi del New York Spine Surgery and Rehabilitation Medicine, guidati da Kenneth Hansraj, stare sempre chinati a guardare il proprio cellulare o il tablet può essere equivalente per la schiena a portare un bambino di 7-8 anni.

Il dottor Hansraj ha valutato il peso che grava sulla colonna in base alle diverse inclinazioni che può assumere il collo (dai 15 ai 60 gradi) quando la persona è impegnata a guardare il proprio cellulare, stimando che un inclinazione di 15 gradi comporta un carico pari a 12 kg, 30 gradi corrisponde invece a 18 kg; 45 gradi a 22kg e 60 gradi a 27 kg.

La ricerca ha notato che in media le persone trascorrono dalle 2 alle 4 ore a guardare i propri dispositivi mobili utilizzando una postura scorretta. Ciò concretamente si traduce, nel corso di un anno, in un totale di ore che va dalle 730 alle 1460, davvero troppo tempo durante il quale le persone portano virtualmente questo grosso fardello e che a lungo andare può provocare delle vere e proprie lesioni alla colonna vertebrale.

Per evitare di incorrere in questi problemi, gli esperti consigliano (a chi proprio non può staccarsi un po’ dal proprio smartphone) quanto meno di inviare sms, mail e navigare su internet stando attenti a mantenere la giusta postura. Ha spiegato qual è lo stesso dottor Hansraj:

«Basta sforzarsi di guardare il telefonino tenendo la schiena in posizione neutra e non tesa, con le orecchie allineate alle spalle e le scapole retratte».

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Surgical Technology International.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

10 motivi per mantenere una postura corretta

Mal di schiena: 10 rimedi naturali

Cervicale: 10 rimedi naturali contro i dolori

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook