Gli antinfiammatori non curano il mal di schiena. 10 consigli per evitare dolori posturali

Mal di schiena e antinfiammatori

Antinfiammatori per il mal di schiena? Quasi mai servono per alleviare i dolori. Anzi, antinfiammatori come aspirina e ibuprofene sono farmaci non certo privi di effetti collaterali, la cui assunzione non dovrebbe mai avvenire alla leggera. Soprattutto se si soffre di mal di schiena.

A sottolinearlo è un’analisi di 35 sperimentazioni randomizzate, che hanno coperto oltre 6mila persone che usavano antidolorifici antinfiammatori.

LEGGI anche: MAL DI SCHIENA: 10 RIMEDI NATURALI

L’analisi è stata condotta dal George Institute for Global Health di Sydney e ha rivelato che i farmaci chiamati “non-steroidal anti-inflammatory drugs” (NSAIDs), offrono benefici appena superiori ai placebo tanto che lo studio indica che su 6 pazienti trattati con farmaci antinfiammatori solo uno ha ricevuto benefici clinicamente importanti nel breve termine. Benefici che però si sono dissolti quasi subito con gli effetti collaterali, quali ulcere gastriche e sanguinamento.

Niente farmaci, quindi, se si soffre di mal di schiena, ma forse solo qualche accorgimento in più nel corso della giornata. Assumere una postura scorretta è infatti un errore che facciamo praticamente tutti e da qui a un mal di schiena perenne ci vuole un attimo. In presenza di forti dolori a livello della schiena ci si può affidare a un fisioterapista, un osteopatia o anche seguire qualche corso di yoga.

Inoltre, ecco 10 consigli per evitare dolori posturali:

– Se siete costretti a stare per lungo tempo in piedi, non state fermi dritti in piedi sempre nello stesso posto ma muovetevi oppure appoggiate il bacino o la schiena a un ripiano o a un muro oppure allargate la base di appoggio distaccando i piedi.

– Se dovete stirare panni a iosa, regolate il piano di lavoro e alternate i piedi su un appoggio di circa 20 centimetri per ridurre la curva lombare.

– Se la vostra giornata la passate alla scrivania, dovreste far aderire la schiena e le spalle allo schienale. Oppure sedetevi su uno sgabello: in questo modo sarete portati ad allungarvi verso l’alto.

– La mattina appena svegli, ancora nel letto piegate le ginocchia e avvicinatele al petto e rimanete così per qualche minuto. Poi, giratevi su un fianco e mettete a terra i piedi uno alla volta.

Non sollevate pesi in uno scatto solo! Portate piuttosto indietro il bacino, mantenendo la schiena diritta, e mantenete il peso il più vicino possibile al corpo per ridurre il carico sulla parte lombare.

LEGGI anche: 10 MOTIVI PER MANTENERE UNA POSTURA CORRETTA

– In auto, mantenete una distanza dai pedali in modo da appoggiare il bacino allo schienale con anche e ginocchia leggermente flesse; il sedile deve poi essere sufficientemente eretto da consentire di tenere le braccia piegate e le mani appoggiate sulla parte superiore del volante. Fate qualche pausa se guidate per diverse ore.

– Se dovete lavare qualcosa nella vasca, appoggiate un ginocchio a terra.

– Per lavarvi i denti, appoggiate una mano sul lavandino per ridurre la curvatura della schiena.

– Mantenete il vostro perso forma: il sovrappeso non ha mai giovato alla schiena!

– Fate attività fisica!

Germana Carillo

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Orticolario 2019

Torna la mostra dedicata a chi vive la natura come stile di vita

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

Hipp

Cosa si nasconde davvero dietro ai prodotti biologici: viaggio nella biofattoria di Hipp

dobbiaco

tuvali
seguici su Facebook