@Pongsak Dithongngam/123rf

Macchie solari sulla pelle: come prevenirle e trattarle in modo naturale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scopri cosa sono le macchie solari, quali le cause e i possibili trattamenti per eliminarle. Ecco tutti i rimedi naturali per attenuarle.

Le macchie solari dette anche macchie dell’età o macchie di fegato, o ancora lentiggini solari, sono molto comuni negli adulti di età superiore ai 50 anni, ma possono presentarsi anche in giovane età se si trascorre troppo tempo al sole senza un’adeguata protezione.

Si tratta di ombreggiature marroni e piatte, che si sviluppano sulle aree della pelle esposte al sole. Le macchie solari sono innocue, ossia non sono cancerogene e non rappresentano alcun rischio per la salute, né richiedono cure specifiche, a meno che non si stia cercando di rimuoverle per motivi estetici. (Leggi anche: Macchie della pelle: 10 trucchi e rimedi naturali)

Sono un segno che la pelle ha ricevuto molta esposizione al sole, e sono un tentativo da parte della stessa di proteggersi da ulteriori danni. 

Le macchie della pelle possono colpire persone di tutti i tipi di pelle, ma sono più comuni negli adulti con pelle chiara. A differenza delle lentiggini, che sono comuni nei bambini e svaniscono senza l’esposizione ai raggi UV, le macchie dell’età non vanno via da sole.

Ci sono molti trattamenti naturali e fai da te, ma anche vari trattamenti estetici, efficaci per sbiadire o addirittura rimuovere le macchie solari

Macchie della pelle: cosa sono

Le macchie della pelle hanno determinate caratteristiche, come:

  • Sono aree piatte e ovali di aumentata pigmentazione
  • Di solito sono da marrone chiaro a marrone scuro
  • Si verificano sulla pelle che ha avuto la maggiore esposizione al sole nel corso degli anni, come il dorso delle mani, la parte superiore dei piedi, il viso, le spalle e la parte superiore della schiena
  • Variano dalla dimensione della lentiggine a circa 1/2 pollice (13 millimetri) di diametro
  • Possono raggrupparsi insieme, ed essere più evidenti.
Macchie cutanee

@Srisakorn Wonglakorn/123rf

Cause delle macchie 

Queste alterazioni della pigmentazione sono causate da cellule pigmentate iperattive. La luce ultravioletta (UV) accelera la produzione di melanina, un pigmento naturale che conferisce alla pelle il suo colore. Sulla pelle che ha avuto anni di esposizione al sole, compaiono macchie dell’età quando la melanina si accumula o viene prodotta in alte concentrazioni.

Anche l’uso di lampade e lettini abbronzanti può causare macchie cutanee; altri fattori di rischio sono:

  • Avere una pelle chiara
  • Avere una storia di esposizione al sole frequente o intensa o scottature solari.

(Leggi anche: Macchie della pelle: 10 trucchi e rimedi naturali)

Rimedi naturali e fai da te per rimuovere le macchie solari 

Le macchie solari possono essere rimosse con rimedi naturali e fai da te, come:

  • Aloe: l’aloe vera contiene composti attivi, tra cui aloina e aloesina, che sono efficaci per schiarire efficacemente l’iperpigmentazione, comprese le macchie solari.
  • Aceto di mele: secondo una recensione del 2009 sull’International Journal of Molecular Sciences l’acido acetico dell’aceto di mele può aiutare a schiarire le macchie solari se applicato regolarmente.
  • Tè nero: uno studio del 2011 ha rilevato che l’applicazione di acqua di tè nero sulle macchie per due volte al giorno per quattro settimane ha un effetto schiarente sulla pelle.
  • Tè verde: è stato scoperto che l’estratto di tè verde ha un effetto depigmentante, secondo una recensione del 2013 pubblicata sul Journal of Cutaneous and Aesthetic Surgery.
  • Estratto di liquirizia: l’estratto di liquirizia è un ingrediente comune in molte creme disponibili in commercio per le macchie solari, perché è stato dimostrato che attenua lo scolorimento della pelle causato dai danni del sole.
  • Latte: latte, latte acido e latticello contengono acido lattico che può aiutare a schiarire la pigmentazione della pelle, comprese le macchie solari. La ricerca ha dimostrato che è efficace anche in caso di  melasma.
  • Vitamina C: le proprietà antiossidanti della vitamina C offrono numerosi benefici, tra cui un effetto protettivo contro i raggi UVA e UVB. L’applicazione topica della vitamina C è anche un modo efficace per schiarire varie macchie scure causate dal sole.
  • Vitamina E: uno studio suggerisce che la vitamina E alimentare e l’olio di vitamina E per uso topico aiutano a proteggere la pelle dai danni del sole, e schiariscono le macchie solari.
  • Creme per uso topico: sono disponibili diverse creme da banco che possono essere applicate a casa per attenuare le macchie solari. Le creme contenenti idrossiacido, acido glicolico, acido cogico o desossirarbutina sono le più efficaci.

Trattamenti professionali

Se non si vuole ricorrere ai rimedi naturali è possibile rivolgersi ai professionisti, per sottoporsi a trattamenti estetici specifici con cui eliminare o attenuare le macchie cutanee. Di seguito i principali:

  • Luce pulsata intensa: efficace per rimuovere le macchie solari, riscaldando e distruggendo la melanina con impulsi di energia luminosa. Per vedere risultati bisogna sottoporsi a più sessioni; ogni sessione dura meno di 30 minuti.
  • Peeling chimici: una soluzione acida applicata sulle macchie solari fa sì che la pelle alla fine si stacchi, in modo che possa crescere nuova pelle. I peeling chimici possono causare una sensazione di bruciore che dura pochi minuti e può essere dolorosa. Gli antidolorifici e gli impacchi freddi possono aiutare a sopportare il disagio durante la guarigione.
  • Resurfacing laser: nel resurfacing della pelle con il laser, un dispositivo simile a una bacchetta fornisce fasci di luce agli strati della pelle fino a quando le macchie solari non sono più visibili, consentendo alla nuova pelle di crescere al suo posto. La guarigione può richiedere da 10 a 21 giorni.
  • Crioterapia: la crioterapia è una procedura abbastanza rapida ed efficace nel trattamento delle macchie solari, e di altre lesioni cutanee. Una soluzione di azoto liquido o protossido di azoto viene utilizzata per congelare le macchie solari.
  • Microdermoabrasione: durante questa procedura, un applicatore con una punta abrasiva rimuove delicatamente lo strato più esterno della pelle. Segue l’aspirazione per rimuovere la pelle morta. La microdermoabrasione può causare un leggero dolore, e dopo il trattamento potrebbero verificarsi arrossamenti e senso di oppressione temporanei dopo la procedura.
  • Microneedling: questa procedura cosmetica, minimamente invasiva, utilizza piccoli aghi per pungere la pelle. Prima del trattamento può essere applicato un anestetico topico per ridurre il dolore. Il microneedling viene generalmente utilizzato per indurre la produzione di collagene e rendere la pelle più soda e levigata, aiutare con le cicatrici da acne e ridurre la comparsa delle macchie solari. Dopo questo trattamento, la pelle sarà leggermente arrossata e si può avvertire secchezza e desquamazione per diversi giorni.
lentiggini

@Irina Ryabushkina/123rf

Rischi

Le macchie solari non richiedono alcun trattamento, e le vere macchie solari non sono cancerose e non possono diventare cancerose. Possono essere rimosse per motivi estetici, ma lasciarle non rappresenta alcun rischio per la salute.

Sebbene i trattamenti siano generalmente sicuri, alcuni possono causare disagio e arrossamento temporanei. E’ consigliabile consultare  con il tuo medico dei possibili rischi associati a ciascun trattamento.

(Leggi anche: Acne: meglio un mix di propoli, tea tree oil e aloe vera che le creme antibiotiche)

Prevenire le macchie solari

L’unico modo per prevenire le macchie solari è limitare l’esposizione ai raggi UVA e UVB. Per prevenire questo inestetismo cutaneo è consigliabile:

  • Evitare il sole tra le 10:00 e le 14:00 poiché i raggi del sole sono più intensi; prova a programmare le attività all’aperto per altri momenti della giornata.
  • Usare la crema solare da 15 a 30 minuti prima di uscire all’aperto, applica una crema solare ad ampio spettro con un fattore di protezione solare (SPF) di almeno 30. Applica la crema solare generosamente e riapplicala ogni due ore o più spesso se stai nuotando o se sei sudato.
  • Per proteggersi dal sole, indossare indumenti a trama fitta che coprano braccia e gambe e un cappello a tesa larga, che fornisce una protezione maggiore, rispetto a un berretto da baseball o una visiera da golf.
  • Considerare l’idea di indossare indumenti progettati per fornire protezione solare. Cerca vestiti etichettati con un fattore di protezione dai raggi ultravioletti (UPF) da 40 a 50 per ottenere la migliore protezione.

(Leggi anche: Creme solari, la lista delle più efficaci e sicure per adulti e bambini (e gli ingredienti pericolosi da evitare)

Crema solare

@Rido/123rf

Macchie solari, melasma o cancro della pelle: differenze

Non puoi fare a meno di essere preoccupato quando noti una macchia scura sulla tua pelle? Ecco alcune caratteristiche che possono aiutarti a distinguere tra macchie solari, voglie e cancro della pelle.

  • Macchie solari. Queste sono aree piatte di scolorimento della pelle, possono essere scure o con diverse sfumature di marrone. Appaiono sulle parti del corpo più esposte al sole, come viso, spalle, schiena e dorso delle mani. Spesso iniziano ad apparire intorno ai 40 anni, anche se alcune persone possono svilupparli prima; tutto dipende dalla quantità di esposizione al sole.
  • Melasma. Questo è un altro problema comune della pelle che colpisce le aree esposte al sole, principalmente la fronte, le guance, il naso e il labbro superiore. Provoca macchie marroni o grigio-marroni sulla pelle, di solito del viso. È più comune nelle donne, secondo l’American Academy of Dermatology. Il melasma può essere attivato dagli ormoni. È anche molto comune durante la gravidanza e viene spesso definita “maschera gravidica“. Il melasma non è canceroso, si tratta più di una preoccupazione estetica che medica.
  • Lentiggini. Le lentiggini sono una caratteristica ereditaria più spesso vista nelle persone di carnagione chiara, specialmente quelle con i capelli rossi. Si tratta di macchie piatte e marroni che diventano più prominenti in estate, quando c’è più sole. Sbiadiscono o scompaiono in inverno. A differenza delle macchie solari, le lentiggini diventano meno evidenti con l’avanzare dell’età.
  • Voglie. Esistono due tipi principali di voglie: pigmentate e vascolari. Le voglie possono essere piatte o in rilievo, grandi o piccole e possono essere di vari colori e sfumature, come marrone chiaro, marrone, viola, rosso e blu pallido. La maggior parte delle voglie sono innocue, ma alcune possono essere associate a problemi di salute.
  • Cancro della pelle. Secondo la Skin Cancer Foundation, 1 americano su 5 svilupperà il cancro della pelle entro i 70 anni. Il cancro della pelle deriva dalla crescita incontrollata di cellule della pelle anormali e può essere causato dai raggi UV del sole, dai lettini abbronzanti o da mutazioni genetiche. Esistono diversi tipi di cancro della pelle. Il carcinoma basocellulare è il tipo più comune e il melanoma è il più mortale. Se si nota una macchia nuova, mutevole o in crescita, con bordi irregolari è necessario il consulto da parte del medico perché potrebbe  trattarsi di un possibile cancro della pelle.

Le macchie solari sono innocue, ma qualsiasi macchia che cresce rapidamente, cambia nell’aspetto, ne colore o sembra insolita dovrebbe essere valutata da un medico.

Ti potrebbe interessare:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook