Luffa Splint: il gesso ecologico e low cost ricavato da una zucchina

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dalla luffa, ecco il gesso ecologico e low-cost. Ricordate la luffa? Si tratta di una speciale zucchina che può essere coltivata, essiccata e trasformata in una spugna vegetale. Per l’applicazione del materiale ricavato dalla luffa si aprono ora nuove frontiere.

Il designer di origini brasiliane, ma londinese d’adozione, Mauricio Affonso, ha prodotto una serie di oggetti innovativi proprio a partire da questa pianta rampicante tropicale. Ha avuto l’occasione di apprendere la versatilità della luffa lavorando con la comunità di Bonfim, in Brasile.

Grazie agli artigiani e agli esperti brasiliani, il designer ha scoperto le origini della luffa ed i suoi impieghi tradizionali. La luffa viene utilizzata soprattutto come spugna, per la detergenza personale e per le pulizie. Ha un elevato potere assorbente e presenta proprietà antimicrobiche.

Affonso è stato molto colpito dalle caratteristiche della luffa. Le sue fibre formano una complessa rete di cellulosa che la rendono un materiale estremamente forte e leggero nello stesso tempo. Ciò la rende adatta all’applicazione nella realizzazione di gessi, filtri, imballaggi e isolanti acustici.

luffa gesso 2

luffa gesso 3

Il gesso di luffa denominato Luffa Split rappresenta la novità principale. La sua realizzazione è low-cost e prevede che le fibre di luffa vengano lavorate umide e poi compresse in speciali stampi. Si ottiene così una soluzione a basso costo adatta alle popolazioni che vivono in zone del mondo dove l’accesso alle strutture sanitarie è assente o limitato. Il gesso di luffa risulta leggero, forte, traspirante e biodegradabile. La sua azione risulterebbe più efficace rispetto ai gessi ottenuti con materiali sintetici.

luffa gesso 4

Altri progetti dimostrano come la luffa possa essere utilizzata per assorbire le sostanze tossiche presenti nelle tinture impiegate dalle aziende che lavorano il denim. L’obiettivo di Affonso consiste nel diffondere l’impiego della luffa in diversi settori e per applicazioni sempre più numerose, in modo da promuovere pratiche sostenibili dal punto di vista sociale e ambientale.

Marta Albè

Fonte foto: Mauricio Affonso

Leggi anche:

Come realizzare un’eco-spugna da una…zucchina. Coltiva la luffa!
Luffa, la spugna vegetale: come utilizzarla e dove trovarla

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook