La nuova rubrica di Matteo Viviani su GreenMe

L-teanina: cos’è, a cosa serve, benefici ed effetti collaterali dell’amminoacido del tè verde

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La L-teanina è un amminoacido che si trova principalmente nel tè verde, nel tè nero e in alcuni funghi. Scopriamo i benefici per la salute

La L-teanina è un aminoacido dai grandi benefici per la salute del nostro organismo. Si dice che aiuti ad alleviare l’ansia, lo stress e a ridurre l’insonnia. Scopriamo insieme tutte le sue proprietà, nonché gli eventuali rischi ed effetti collaterali.

Benefici e usi della L-teanina

Questo aminoacido è conosciuto per le sue proprietà rilassanti, ma ha anche tanti altri benefici. (Leggi anche: Te’ verde: un naturale concentrato di antiossidanti)

Allevia stress e ansia

Sorseggiare una tazza di tè caldo può aiutarti a rilassarti, e la ricerca suggerisce che non solo distende la mente, ma lo fa anche senza causare sonnolenza.

In una revisione di cinque studi randomizzati, che includevano 104 partecipanti, quattro studi hanno collegato la L-teanina a una riduzione dello stress e dell’ansia nelle persone che vivevano situazioni stressanti. Un altro studio pubblicato sul Journal of Clinical Psychiatry si è concentrato su persone che soffrivano di un disturbo schizoaffettivo ed è stato scoperto che la L-teanina riduceva l’ansia e migliorava i sintomi della schizofrenia.

Aumenta la concentrazione

Abbinata alla caffeina, la L-teanina può aiutare ad aumentare la concentrazione e l’attenzione.

Un piccolo studio ha scoperto che una combinazione di L-teanina (97 milligrammi) e caffeina (40 mg) ha aiutato un gruppo di giovani adulti a concentrarsi meglio durante compiti impegnativi. I partecipanti allo studio si sono anche sentiti più vigili e meno stanchi in generale.

Migliora l’immunità

Alcune ricerche suggeriscono che la L-teanina potrebbe migliorare la funzione del sistema immunitario. Uno studio pubblicato sulla rivista Beverages ha scoperto anche che potrebbe aiutare a ridurre le infezioni del tratto respiratorio superiore.

Un altro studio ha scoperto che le catechine del tè verde, dalle proprietà antiossidanti, e la teanina potrebbero essere efficaci nel prevenire l’influenza. Un altro studio ha scoperto che questa sostanza potrebbe aiutare a migliorare l’infiammazione nel tratto intestinale. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare ed espandere questi risultati. (Leggi anche: Bere una tazza di tè al giorno previene la demenza senile)

Tumore e trattamento del cancro

La L-teanina è stata anche associata all’amplificazione degli effetti antitumorali di alcuni farmaci chemioterapici. A causa di questi risultati promettenti, i ricercatori si aspettano questa possa anche aiutare a migliorare la capacità della chemioterapia di combattere il cancro.

Sebbene non ci siano prove definitive per dimostrare che il tè prevenga il cancro, una serie di studi suggerisce che le persone che bevono regolarmente questa bevanda hanno tassi più bassi di cancro.

I ricercatori di uno studio in Cina hanno scoperto anche che le donne con diagnosi di cancro alle ovaie, che bevevano almeno una tazza di tè verde al giorno, vivevano più a lungo di quelle che non lo facevano. Un altro studio che ha esaminato i bevitori di tè rispetto ai non bevitori ha scoperto che le donne che bevevano tè verde avevano il 32% in meno di probabilità di sviluppare il cancro al pancreas.

Gestione della pressione sanguigna

La L-teanina può essere utile per coloro che soffrono di aumento della pressione sanguigna, soprattutto in situazioni di stress.

Uno studio ha scoperto questo aminoacido ha contribuito a ridurre la pressione sanguigna in coloro che soffrivano di pressione alta; nello stesso studio, i ricercatori hanno notato che la caffeina aveva un effetto simile, ma meno benefico.

I ricercatori hanno scoperto che le dosi di 250 mg e 400 mg di L-teanina hanno notevolmente migliorato il sonno in alcuni pazienti. Inoltre, è stato dimostrato che 200 mg di L-teanina aiutano a ridurre la frequenza cardiaca a riposo, indicando la sua capacità di promuovere il rilassamento. La L-teanina può anche aiutare i ragazzi con diagnosi di disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) a dormire meglio.

Uno studio ha esaminato gli effetti della L-teanina su 98 ragazzi di età compresa tra 8 e 12 anni. A un gruppo randomizzato sono state somministrate due compresse masticabili da 100 mg di L-teanina due volte al giorno. L’altro gruppo ha ricevuto pillole placebo.

Dopo 6 settimane, il gruppo che assumeva L-teanina ha avuto un sonno più lungo e riposante. Sebbene i risultati siano promettenti, sono necessarie ulteriori ricerche prima che possa essere dimostrato sicuro ed efficace, specialmente per i bambini. Altre ricerche suggeriscono che la L-teanina ha migliorato la qualità del sonno per persone con diagnosi di schizofrenia.

Rischi ed effetti collaterali della L-teanina

Non ci sono effetti collaterali confermati o diretti sul consumo di L-teanina. In generale, è sicuro bere tè e assumere integratori che contengono L-teanina.

Tuttavia, sebbene alcune ricerche mostrino risultati promettenti per le proprietà antitumorali, i tè che contengono aminoacidi possono avere altri ingredienti dannosi per le persone in cura contro il cancro.

Secondo il Memorial Sloan Kettering Cancer Center, il polifenolo EGCG presente nel  verde può ridurre l’efficacia di alcuni farmaci chemioterapici, come il bortezomib. Per questo motivo, è fondamentale che coloro che assumono farmaci chemioterapici parlino con il proprio medico prima di bere tè verde.

Sebbene non siano stati segnalati effetti collaterali dall’assunzione di L-teanina, a causa del contenuto di caffeina, il consumo di grandi quantità di tè verde può portare a:

  • nausea
  • mal di stomaco
  • irritabilità

Le donne incinta o che allattano dovrebbero anche limitare la quantità di tè che bevono per evitare un eccesso di caffeina. Per quanto riguardo il dosaggio, invece, non sono state condotte ricerche conclusive, e non è nota una raccomandazione sul dosaggio. E’ consigliabile seguire le linee guida generali sul consumo di caffeina, e consultare sempre il proprio medico.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook