Una bambina con tumore osseo tornerà a camminare, grazie a un intervento unico al mondo (e tutto italiano)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per la prima volta al mondo, ricostruita con osso da donatore e un chiodo allungabile la caviglia di una bimba di 9 anni. L’operazione straordinaria all’ospedale Regina Margherita di Torino, in collaborazione con chirurghi dell’Istituto Ortopedico Rizzoli

Hanno fatto un vero e proprio miracolo. Per la prima volta al mondo, questi medici italiani hanno ricostruito con osso omoplastico e un chiodo allungabile la caviglia di una bambina di 9 anni, affetta da una rarissima forma di sarcoma osseo.

Grazie all’intervento delle eccellenze della Città della Salute di Torino e dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, la piccola potrà presto tornare a camminare.

La bimba, seguita presso il reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Regina Margherita, dove ha eseguito la chemioterapia, è stata sottoposta all’intervento di asportazione del tumore e salvataggio della caviglia con ricostruzione con una tecnica assolutamente nuova, in quanto il chiodo inserito per stabilizzare l’impianto permetterà nei prossimi anni anche la regolare crescita dell’arto, permettendo l’allungamento al termine della maturazione scheletrica.

La bimba ora sta bene ed è appena stata dimessa. La sua operazione dimostra come “la chirurgia dei sarcomi ossei pediatrici, con originali strategie terapeutiche e costanti innovazioni dal punto di vista della tecnica chirurgica, dei dispositivi e dei materiali utilizzati, rappresenti quindi un ambito su cui approfondire la ricerca e favorire la presenza di una rete nazionale dei centri specialistici per trovare le soluzioni ricostruttive più adatte a ogni singolo caso”, spiuegano dal Rizzoli.

L’Italia è sempre stata all’avanguardia in questo campo, e si spera che ora verranno attivate delle vere e proprie Linee guida condivise a livello nazionale.

Fonte: Istituto Ortopedico Rizzoli

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Deceuninck

Come scegliere gli infissi giusti per una casa ecosostenibile

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook