Assumere integratori di vitamina D può avere questo effetto collaterale sui nostri muscoli, secondo uno studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le persone con livelli di vitamina D poco inferiori a quelli normali non dovrebbero assumere integratori di questa vitamina: uno studio danese rivela una spiacevole conseguenza per la forza muscolare.

I ricercatori di un’università danese hanno analizzato gli effetti degli integratori di vitamina D sulla funzione muscolare (in particolare sulla loro forza e sulla loro massa). Sono stati condotti 54 test che hanno coinvolto 8.747 volontari ed è stato attestato che non ci sono benefici evidenti sulla salute muscolare nelle persone che assumono gli integratori.

Al contrario, la vitamina D sembra avere effetti addirittura dannosi nella performance sportiva. I partecipanti allo studio, infatti, sono stati sottoposti ad un test chiamato Timed Up and Go (TUG) per misurare il loro livello di mobilità, nel quale è stato misurato il tempo impiegato per alzarsi da una sedia, camminare per tre metri, girarsi, tornare alla sedia e sedersi di nuovo. Dopo l’assunzione di integratori di vitamina D, è emersa una diminuzione nella forza utilizzata per flettere le ginocchia.

(Leggi anche: Gli alimenti (vegetali e non) più ricchi di vitamina D)

Bisognerebbe essere cauti quando si prescrivono integratori di vitamina D per migliorare la capacità muscolare e la forza nelle persone con livelli di vitamina normali o lievemente inferiori alla norma – afferma Lise Sofie Bisle, autrice dello studio. – Sono necessari tuttavia ulteriori test per capire se gli integratori possano al contrario avere effetti positivi sui muscoli di persone affette da grave deficienza di vitamina D.

La vitamina D è fondamentale per la buona salute delle ossa ma anche per mantenere attivo il sistema immunitario e per altre funzioni del nostro organismo. Possiamo assumerla grazie ad alcuni alimenti (come pesce, latte, uova e alcuni alimenti ‘addizionati’ di vitamine), ma è soprattutto grazie all’esposizione ai raggi solari che il nostro corpo fa il pieno di questa vitamina: ogni giorno, infatti, dovremmo esporci al sole per almeno 30 minuti – ovviamente, evitando le ore più calde e proteggendo bene la pelle dal rischio di scottature ed eritemi. Oltre a svolgere un ruolo fondamentale per le ossa (regolando il metabolismo del calcio e la sua fissazione all’interno delle ossa), questa vitamina ha benefici importanti anche per il sistema nervoso e il cuore.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: Journal of Bone and Mineral Research

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook