Dall’Università di Bologna, l’integratore naturale ai chiodi di garofano che rafforza le difese immunitarie contro il Covid-19

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Università di Bologna, in collaborazione con altre università europee, sta mettendo a punto un integratore che potrebbe essere utile contro il Covid-19. È a base di ingredienti naturali estratti dal germe di grano e dai chiodi di garofano.

Nell’ambito del progetto europeo SPIN (SPermidin and eugenol INtegrator for contrasting incidence of coronavirus in EU population), l’Università di Bologna sta lavorando alla realizzazione di un integratore che potrebbe essere molto utile al nostro sistema immunitario per fronteggiare meglio l’infezione da SARS-CoV-2.

Il prodotto, che potrebbe aiutare a ridurre la mortalità di coloro che contraggono il coronavirus e presentano una grave sintomatologia, contiene diversi ingredienti naturali tra cui spiccano l’Eugenolo (olio essenziale presente nei chiodi di garofano) e la Spermidina, poliammina ricavata dal germe di grano, utile a favorire l’autofagia (meccanismo cellulare di rimozione selettiva di componenti citoplasmatici danneggiati).

In particolare l’Eugenolo è un antivirale naturale che contribuisce ad evitare che il virus si replichi, mentre la Spermidina è utile ad impedire che la malattia si diffonda colpendo duramente i polmoni.

Si cerca in sostanza di utilizzare ingredienti naturali per rinforzare il sistema immunitario in modo che reagisca meglio nei confronti dei virus e sia in grado di difenderci, non solo da SARS-CoV-2 ma anche dalle influenze stagionali.

Una volta pronto, l’integratore potrebbe essere consigliato e utilizzato in prevenzione con lo scopo di diminuire la gravità dei sintomi in caso si contragga la malattia. Eviterà infatti che il virus infetti le cellule ospiti e che si replichi al loro interno.

Come si legge sul sito del progetto dell’università di Bologna:

“L’uso continuato di questo integratore, che non presenta alcun rischio tossicologico, può prevenire l’infezione o aumentare notevolmente il carico infettivo minimo di SARS-CoV-2”.

Non è ovviamente pensato per sostituire farmaci o l’eventuale vaccino.

Fonti: Università di Bologna / Gazzetta di Bologna / Bologna Today

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook