Influenza, il picco ci sarà durante le Feste. Ecco come prevenirla con rimedi naturali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Influenza influenza e ancora influenza. Dai 100mila casi registrati il mese scorso, sono passati a già oltre 300mila, per la precisione 314.600 gli italiani alle prese con febbre e raffreddori di ogni sorta.

A monitorare questi dati è l’Istituto Superiore di Sanità (Iss), che, grazie al contributo dei medici di medicina generale, pediatri e referenti presso le Asl e le Regioni, evidenzia come i casi nella settimana che va dal 23 al 29 novembre sono stati 62.200, circa 6.500 in più rispetto alla settimana precedente e quasi 12mila in più rispetto a due settimane prima.

Una vera e propria epidemia che, come sempre, non risparmia soprattutto bambini e ragazzi. Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 2,97 casi per mille assistiti e in quella 5-14 anni a 1,19, mentre nella fascia 15-64 anni è pari a 1,10 e tra coloro che hanno 65 anni o più è a 0,35 casi per mille assistiti.

Eppure, ancora non si tratta del famoso “picco” stagionale. Secondo gli esperti, infatti, ci vorrà ancora qualche settimana perché la curva dell’influenza inizi a salire, in concomitanza con una ulteriore riduzione delle temperature proprio nel periodo di Natale.

Cosa fare allora per tenersi pronti? Se da un lato si parla troppo spesso, e male, dei vaccini anti-influenzali, dall’altro poco si sottolinea il fatto che esistono in natura delle piante in grado di rafforzare il nostro sistema immunitario e utili quindi a prevenire sia il raffreddore che l’influenza vera e propria e sia tosse, bronchite e altri problemi tipici della stagione fredda.

LEGGI anche: Come prevenire raffreddore e influenza con le piante

Per il resto, ricordatevi di lavarvi spesso le mani, soprattutto ora che comincia il rimpatrio natalizio di parenti e amici, mantenete sempre l’aria pulita, bevete spesso, evitate gli sbalzi di temperatura e prendete regolarmente piccole quantità di propoli ed echinacee, aiuti naturali contro le infiammazioni e le influenze.

A tavola, ricordatevi che la dieta deve fornire nei mesi più rigidi dell’anno soprattutto acqua, sali, carboidrati e proteine. Fate scorta di vitamine e minerali con mele, agrumi e kiwi. Le malattie da raffreddamento fanno consumare vitamine e minerali, per cui sono molto indicate le spremute di agrumi o i frullati di kiwi e mela che, oltre a reintegrare le perdite di liquidi, vi danno il giusto apporto di vitamina C che stimola le difese.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Influenza stagionale, i rimedi naturali per sconfiggerla

Influenza? Ecco i rimedi naturali per prevenirla

Influenza: in arrivo il picco. Come difendersi?

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook