Influenza 2015 addio, ma finisce qui?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Influenza: siamo tutto fuori pericolo? Beh, era pure ora. Dopo aver messo a letto quasi 6 milioni di nostri connazionali, gli acciacchi da febbre e raffreddore stanno per salutarci. Anche se non è detta l’ultima parola, perché pare che nelle prossime settimane ci sarà qualche altro sparuto caso di malanno stagionale.

A riferirlo è il bollettino Influnet dell’Istituto superiore di sanità (Iss), secondo cui quello appena trascorso è stato un inverno abbastanza importante per quanto riguarda il livello di incidenza della malattia, definito anche di entità medio-alta.

Nel totale, dall’inizio del periodo di sorveglianza da parte della rete dei medici sentinella, a essere colpiti sono stati soprattutto i bambini e tra il 30 marzo e il 5 aprile è stato raggiunto il valore soglia di due casi per mille assistiti. Anche in questo caso il numero maggiore di ammalati si è avuto nei bambini: tra i 0 e 4 anni l’incidenza è stata di 4,97 casi per mille assistiti, e di 3,02 casi tra i 5 e 14 anni.
Più contenuti i valori registrati tra gli adulti: 1,81 casi ogni mille assistiti tra i 15 e 64 anni, e 0,91 casi nelle persone sopra i 65 anni.

ALLERGIE – Finito il capitolo degli starnuti da raffreddore, dunque? Certo, ma si apre, inesorabile, quello degli starnuti da allergie primaverili. Insomma, non c’è mai fine al naso che gocciola, soprattutto se si considera che solo i bambini e i ragazzi con allergie nasali e pollinosi sono un milione e mezzo e almeno un milione i giovani sotto i 18 anni affetti da asma. E il picco si ha proprio in questo periodo, quando cipressi, mimose, ulivi, parietarie e graminacee rilasciano una grossa quantità di pollini.

Armatevi allora di tanti fazzoletti e tanta pazienza, adottate qualche strategia per non farvi trovare (o quanto meno farvi trovare preparati) all’appuntamento con riniti e congiuntiviti di ogni sorta e ricordatevi di qualche rimediuccio tutto al naturale.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Influenza? Ecco i rimedi naturali per prevenirla

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook