In tessuto al carbonio e a tre strati: le nuove mascherine adottate anche da Ryanair

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono in tessuto al carbonio adatto soprattutto per fare sport, ma ora queste mascherine fanno gola a parecchi, comprese le compagnie aeree. A Fontaniva, una piccola cittadina della provincia di Padova, si producono mascherine in materiale tecnico che promettono di fare letteralmente il giro del mondo.

Il progetto è nato proprio qui, in Veneto, grazie alle intuizioni di Paolo Pandin, Ceo della Under Shield, azienda di famiglia che produce abbigliamento e accessori per gli atleti. Con la pandemia, Paolo ha deciso di fornire la sua esperienza in campo e ripartire dalle mascherine sportive.

Usando la tecnologia “Carbon Energized Fiber”, sono mascherine lavabili e riutilizzabili e disponibili anche per bambini a 3 strati, nate dalla combinazione di filati di carbonio e fibre tessili, in un sistema in grado di gestire il flusso di vapore della traspirazione in modo tale da non sbilanciare il sistema di termoregolazione e conservare la pelle asciutta. In questo modo, il respiro regolare è assicurato, così come l’integrità della pelle del viso.

Ora forniamo farmacie e negozi sanitari, che apprezzano le nostre performance tecniche. Ci ha scelto anche Ryanair per la protezione del personale della compagnia – racconta Pandin a Il Mattino di Padova. Le mascherine di Under Shield non sono Dpi, ma “le attuali ffp2 e ffp3 sono basate su progetti di almeno 25 anni fa. Noi abbiamo messo insieme tre strati che hanno la caratteristica di bloccare il Covid sia in entrata che in uscita”.

A questo proposito, l’azienda ha effettuato un test che è quello della “penetrazione di virus utilizzando il batteriofago Phi-X174 che risulta simile, per dimensioni e forma, al virus dell’epatite C, il cui involucro lipidico ha un diametro di circa 55-65 nm. Le particelle virali del Covid-19 hanno invece un diametro di 60-140 nm. I risultati ottenuti sono particolarmente significativi perché dimostrano che il materiale che utilizziamo rappresenta un’efficace barriera contro le particelle virali”.

Fonte: Il Mattino di Padova  / Under Shield

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook